La droga per i gallaratesi
arrivava dalla palestra

GALLARATE La cocaina per i gallaratesi? La si va a prendere dall'istruttore di fitness a Mozzate. Martedì sera gli agenti del commissariato di polizia di Gallarate, diretto dal commissario capo Gianluca Dalfino, hanno arrestato il gestore di una palestra di Mozzate, in provincia di Como. Nell'ambiente dei consumatori di droga di Gallarate, infatti, tutti sembravano sapere che il titolare della palestra era uno da cui ci si poteva rifornire. La struttura, invece, non era teatro dello spaccio.
Gli agenti gallaratesi si sono così finti potenziali clienti della palestra e si sono fatti illustrare dall'uomo offerte e attrezzi. Dopo essersi guardati in giro, gli agenti hanno svelato la loro vera identità e hanno iniziato la perquisizione. Nell'armadio dell'istruttore, un 50enne italiano, formalmente residente a Mozzate, ma di fatto abitante a Tradate, gli agenti hanno trovato un borsone sospetto. All'interno 60 grammi di cocaina, un bilancino digitale e 2700 euro in contanti, con molta probabilità provento dello spaccio. D'altronde non era la prima volta che le forze dell'ordine lo pizzicavano con della droga. L'uomo aveva infatti un precedente specifico che risaliva al 2007. Per lui è scattato l'arresto in fragranza. Ora l'uomo si trova in carcere a Como, dovrà rispondere dell'accusa di detenzione di droga a fini di spaccio.
Tiziano Scolari

f.artina

© riproduzione riservata

Accedi al sito per commentare

video

Cronaca

Che cos'è il Roof-knocking?

Sport

Le donne nello sport handicappate

Cronaca

L'alluvione in via Dalmazia a Varese

PubblicitàSPM
SpecialiSPM