Cardano non dimentica «Laura Prati vive ancora»
Il sindaco di Cardano al Campo, Angelo Bellora, commemora Laura Prati, vittima di una sparatoria il 2 luglio 2013 (Foto by Varese Press)

Cardano non dimentica
«Laura Prati vive ancora»

Grande commozione alla cerimonia dedicata alla sindaca scomparsa in seguito alla sparatoria avvenuta esattamente due anni fa

CARDANO AL CAMPO - Cardano commemora e si commuove nel ricordo della sindaca Laura Prati. «Vive ancora con noi e cammina al nostro fianco» afferma il successore alla guida della città, il sindaco Angelo Bellora, che questa mattina ha guidato la breve ma intensa cerimonia di commemorazione della tragica sparatoria in Comune. Era il 2 luglio 2013: Laura Prati, sindaca di Cardano al Campo, all’interno del suo ufficio, fu aggredita a colpi di pistola insieme al vice sindaco Costantino Iametti, da un dipendente sospeso a seguito di provvedimento disciplinare (l’ex vigile Giuseppe Pegoraro, nel frattempo condannato in primo grado all’ergastolo) e, nonostante un delicato intervento chirurgico e diversi giorni di ricovero presso l’ospedale di Circolo di Varese, moriva nella mattina del 22 luglio.
Questa mattina sotto il portico dell’ingresso del Municipio c’erano tanti cardanesi e non solo, dipendenti comunali, assessori ed ex assessori, amministratori (come il sindaco di Cassano Magnago Nicola Poliseno e l’ex segretario provinciale del Pd Fabrizio Taricco) per stringersi attorno al marito di Laura, Pino Poliseno, presente con i figli.

Tutti gli approfondimenti su La Provincia di Varese in edicola venerdì 3 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA