I carabinieri fermano i furti   dei “Bonnie e Clyde” dei market
La coppia aveva compiuto piccoli furti nei supermercati della zona

I carabinieri fermano i furti

dei “Bonnie e Clyde” dei market

Sono stati pizzicati dai carabinieri della stazione di Lonate Pozzolo i “Bonnie e Clyde” dei supermercati

LONATE POZZOLO - La coppia di rumeni, 25 anni lui, 21 anni lei, era specializzata in furtarelli in market e negozi. Ma nelle ultime ore sono stati pizzicati dai carabinieri di Lonate Pozzolo che li hanno denunciati a piede libero. Si tratta di due giovani senza fissa dimora, disoccupati, ma già noti da tempo alle forze dell’ordine.

Denunciati a Lonate Pozzolo

I due giovani stranieri sono finiti nei guai al termine di un’operazione lampo condotta dai militari di Lonate, in collaborazione con i colleghi della Compagnia di Busto Arsizio. Sono stati smascherati e dovranno rispondere di alcuni episodi sui quali stavano già lavorando da qualche giorno i militari. I due ladri di supermercati sono stati fermati a bordo di una vettura di piccola cilindrata durante un posto di controllo. Una normale attività di controllo e perlustrazione del territorio che ha però portato a fare luce su alcuni episodi avvenuti negli ultimi giorni. I due stranieri sono stati subito controllati e identificati. La perquisizione della macchina ha portato alla luce elementi che hanno fatto luce su alcune situazioni. Sui sedili posteriori della macchina sono, infatti, spuntate alcune confezioni di cosmetici. Ma c’era qualcosa di strano: a uno dei militari di servizio, infatti, sembrava di aver già visto la coppia di rumeni. Quei volti gli sono sembrati subito molto familiari. In effetti, rientrato negli uffici della caserma, dopo aver compiuto una breve ricerca, anche grazie alle immagini di videosorveglianza nella disponibilità della caserma, sono emersi altri elementi. I due giovani ladri sono stati ritenuti responsabili di altri furti compiuti nella zona.

Taccheggi in zona

In particolare del furto di generi alimentari, del valore di 90 euro circa, avvenuto il 23 ottobre scorso. Intorno alle 13, stando alla ricostruzione investigativa, la coppietta aveva saccheggiato gli scaffali del supermercato Tigros in viale Ticino a Lonate Pozzolo. Ma non era stato l’unico episodio che li ha riguardati. Sarebbe, infatti, responsabili anche del furto commesso con analoghe modalità, nel pomeriggio del 21 ottobre scorso, all’interno del punto vendita Lilliappoi, in viale Ticino, sempre a Lonate Pozzolo. All’interno del negozio erano stati asportati cosmetici per un valore complessivo di 100 euro circa. Ma le indagini potrebbero far emergere anche ulteriori elementi di colpevolezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA