La Lega caccia l’Ncd dalla maggioranza

La Lega caccia l’Ncd dalla maggioranza

Lo ha deciso il consiglio federale dopo il tradimento di Alfano alle elezioni provinciali. Nei prossimi giorni Fontana ritirerà le deleghe: trattative aperte per i nomi dei sostituti

Il Nuovo centrodestra è fuori dalla maggioranza di Varese. E le deleghe agli assessori, il vicesindaco Carlo Baroni e l’assessore alla Famiglia Enrico Angelini, dovrebbero essere ritirate dal sindaco Attilio Fontana nei prossimi giorni. Questo è quanto ha stabilito il consiglio federale della Lega Nord, l’organo supremo del Carroccio. Riunitosi ieri pomeriggio, tra i punti all’ordine del giorno del direttivo guidato da Matteo Salvini c’era anche la questione dei rapporti con Ncd nelle varie amministrazioni locali, Varese in primis.

Una discussione dovuta e soprattutto sollecitata dalle dirigenze locali del partito, dopo che alle elezioni provinciali il partito di Alfano si è schierato a sostegno del candidato presidente di centrosinistra Gunnar Vincenzi, risultato poi vincitore, proprio grazie all’apporto elettorale di Ncd. Insomma, un “tradimento”, come l’hanno vissuto gli ormai ex alleati di Lega, Forza Italia e Udc, dopo il quale sono partite subito riunioni sia interne ai singoli partiti che di coalizione, per decidere come muoversi nei confronti degli alfaniani.

L’articolo completo su La Provincia di Varese in edicola oggi


© RIPRODUZIONE RISERVATA