L’abbraccio ad Amatrice. Per ripartire dalla cultura
Amatrice dopo il sisma

L’abbraccio ad Amatrice. Per ripartire dalla cultura

In programma oggi a Luino un’asta benefica per ricostruire il teatro

Avrà luogo oggi pomeriggio, a partire dalle 16, nel centro storico di Luino, l’asta benefica artistica a favore della costruzione del nuovo teatro comunale di Amatrice, città colpita dal terremoto dello scorso 24 agosto.
L’idea è nata dall’artista ticinese Veronica BV, che ha proposto l’iniziativa all’associazione Aurora e all’associazione Costruttori di Pace onlus; i promotori hanno scelto il progetto del teatro tra altre proposte suggerite direttamente dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi.
La costruzione di un nuovo spazio culturale, rientra pienamente nelle finalità delle due associazioni luinesi.
Oggi pomeriggio, andrà all’asta una ventina di opere di altrettanti artisti, sia del nostro territorio, ma anche dall’estero, dalla Germania all’Inghilterra e dal resto d’Italia.

Opere esposte in centro

Opere di diverso genere, che verranno esposte nel cuore del centro storico di Luino, in via Cavallotti.
«A seguito del terremoto che ha coinvolto il Comune di Amatrice e i paesi limitrofi, desideriamo portare un contributo a sostegno di un progetto già esistente di riqualificazione in ambito artistico e culturale come la ricostruzione del teatro comunale di Amatrice» spiegano gli organizzatori.
Nel nuovo teatro verranno ospitati anche laboratori artistici e teatrali per permettere ai giovani di avvicinarsi alla bellezza e alla normalità.
Al progetto dell’asta benefica artistica partecipano anche il Comune di Luino, quello di Amatrice, il quale ha fornito un supporto informativo sulla nuova struttura, la Fondazione Comunitaria del Varesotto, lo studio Lombard, alcuni commercianti e il fotografo Francesco Marmino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA