L’aperitivo tra paesaggio e cultura
La terrazza di Casa Pogliaghi

L’aperitivo tra paesaggio e cultura

Casa Pogliaghi aprirà al pubblico ogni venerdì sera, offrendo agli avventori anche un concerto

Inaugurata lo scorso 30 giugno, prosegue per tutto il mese di luglio la nuova stagione degli aperitivi estivi di Casa Museo Pogliaghi tra drink, sfiziose prelibatezze e visite guidate alla collezione privata dell’illustre scultore meneghino. Il prossimo appuntamento è per domani sera, dalle 18.30 alle 22.30 con ingresso dai rustici. L’aperitivo a tema, preparato dal Ristorante Milano di Santa Maria del Monte, sarà servito sul terrazzo panoramico del rustico, il nucleo originario di Casa Pogliaghi.

Riaperta tre anni fa e affidata oggi alla gestione di Archeologistics, la casa museo che fu atelier e dimora di Ludovico Pogliaghi ha sempre ritagliato un momento speciale dedicato alle visite in notturna. Vuoi per godere al meglio del panorama offerto dal terrazzo sulla cima del monte sacro ai varesini, vuoi per svelare con particolare intimità la collezione di un personaggio, Pogliaghi, che è stato grande interprete del suo tempo. Nato nella seconda metà del ’800, l’artista visse 93 anni, a cavallo tra i due secoli, sempre in fermento, sempre in attività, dalla fabbrica del Duomo di Milano al laboratorio più intimo nella sua casa. Scultore di fama, Pogliaghi fu anche un collezionista eclettico, dal gusto raffinato, interessato alle forme d’arte più diverse. E la sua casa museo ne è testimonianza, offrendo ai visitatori un percorso originale che spazia da antichità archeologiche ai sarcofagi egizi, dall’arte classica a quella buddista, passando per pregiatissimi tessuti orientali e pezzi rari di ceramica cinese. Il tutto esaltato da una casa, con giardino, costruita appositamente per accogliere questi oggetti e valorizzarli.

Casa Pogliaghi aprirà al pubblico ogni venerdì sera, offrendo, nell’ultimo fine settimana di ogni mese, assieme all’aperitivo e alla visita guidata anche un concerto. Il progetto, sviluppatosi nell’ambito del concorso musicale «Un pianoforte per il Sacro Monte», punta a valorigzzare giovani talenti. Venerdì scorso, l’inaugurazione, celebrata il 30 giugno, esattamente a 67 anni dalla morte di Lodovico Pogliaghi qui nella sua casa del Sacro Monte, d esibirsi sono stati Claudio e Giuseppe Rausa, rispettivamente al clarinetto e al pianoforte, con un repertorio classico. Il concerto del 28 luglio sarà invece un omaggio alla Traviata eseguita da due promesse della musica (piano e violino) mentre a chiudere la rassegna a fine agosto sarà un duo sax e pianoforte.

Tra gli appuntamenti speciali legati alle visite in notturna del venerdì sera alla Casa Museo Pogliaghi c’è anche quello del 14 luglio con ritrovo alla prima cappella per percorrere insieme al crepuscolo tutta la via sacra prima di gustare l’aperitivo sul terrazzo che fu dimora del grande scultore.

La partecipazione ad ogni evento, comprensiva di visita guidata, un drink accesso al buffet ed eventuale concerto è di 15 euro, prenotabile al 328 8377206 o scrivendo a info@casamuseopogliaghi.it, fino a esaurimento posti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA