Venerdì 14 Marzo 2014

Laveno culla del Gai Pride

Auto “verdi” in passerella

A Laveno Mombello e sul lago Maggiore arriva il Gai Pride; da non confondersi con la manifestazione dell’orgoglio omossessuale.

Si identifica piuttosto con l’attenzione alle tematiche ambientali e al risparmio di emissioni. Gai sta per Gruppo acquisto ibrido, un’associazione nata quasi per caso a Carnago che si occupa di acquisti di gruppo di auto a metano, elettriche o appunto ibride. Sino ad oggi sono più di cento le macchine acquistate di questo tipo, che fanno bene all’ambiente e al portafogli in termini di rifornimenti, con sconti del 20% in provincia di Varese tramite il Gai.

Il 13 aprile il gruppo organizza un giro ibrido del lago Maggiore, con partenza al mattino da Laveno Mombello, itinerario attorno al lago, sosta per il pranzo a Verbania e ritorno a Laveno per le premiazioni. «Ovviamente - spiega Luca Dal Sillaro, fondatore del Gai - vincerà il giro non chi ha l’auto più bella o veloce, ma colui che avrà fatto il giro del lago inquinando meno. È da quando ho fondato questo gruppo che sogno di organizzare il Gai Pride».

Lo staff del gruppo, che ha il suo punto di riferimento anche per gli acquisti di auto ibride sull’omonimo blog su internet, imposterà e controllerà i computer di bordo delle auto in gara alla partenza, al check point e all’arrivo, per verificare gli effettivi consumi.

In palio ci sono coppe e buoni per tagliandi gratuiti offerti dalla concessionaria Real Motors di Busto Arsizio, con la quale il Gai ha un accordo e dove acquista scontate le auto ibride.

© riproduzione riservata