Pazzi per Zephirus, la nostra velomobile
Velomobile alla prova

Pazzi per Zephirus, la nostra velomobile

Tante persone ieri, nella zona industriale di Gallarate, hanno voluto provare la macchina a pedali, ideata e progettata a Cedrate

GALLARATE - La velomobile piace ai gallaratesi. Diverse le persone che ieri, in zona industriale, hanno voluto provare la macchina a pedali ideata e progettata a Cedrate, in uno stabilimento di viale Lombardia.

«Non mi aspettavo tutta questa attenzione, non credevo di riuscire a attirare tutta questa gente», afferma Gionata Scrofani, il gallaratese che ha realizzato il prototipo insieme a Marco Ruga, «ci hanno aiutato i giornali, le radio e i social network».
Oltre che sulla stampa locale, la velomobile gallaratese è infatti finita ospite a Radio Deejay e protagonista di una galleria fotografica su Repubblica.it. Ma cosa hanno detto le persone che ieri hanno provato a “sfrecciare” in sella alla velomobile? «La gente è entusiasta», afferma soddisfatto Scrofani, «anche un anziano è riuscito ad entrare ed uscire senza difficoltà e ci ha detto che si gira bene». Ma non è solo l’oste a dire che il vino è buono.
«Girare su Zephyurs è stato molto bello», raccontava Carlo Ceriani subito dopo aver terminato la prova su strada, «mi ha colpito il fatto che è davvero comoda». Certo, «bisogna prendere confidenza sia con il cambio che con lo sterzo». Ma in generale «è bello come concetto. Forse si farà più fatica in salita, visto che pesa 33 chili, ma in città stai benissimo». «All’interno ci sono tanti accorgimenti utili per il neofita delle bici reclinabili, come le frecce e il clacson». Anche se a colpire è il fatto che «si vede molto bene. E si possono osservare gli automobilisti che ti guardano stupiti».
Uno stupore che diventa anche un maggiore attenzione nei confronti della velomobile. «Avevo un po’ di timore ad affrontare le rotonde», conclude Carucci, «ma ho notato che le automobili mi rispettavano più che se fossei stato in bicicletta». E per chi ieri non fosse riuscito a provare su strada Zephyrus, l’appuntamento è per domenica 18 gennaio, sempre dalle 11 alle 16 nel parcheggio di fronte alla sede Ascom di viale dell’Unione Europea.


© RIPRODUZIONE RISERVATA