Nasce la Silicon Valley di Varese. Eolo protagonista dell’innovazione
Le borracce con il marchio dell’azienda

Nasce la Silicon Valley di Varese. Eolo protagonista dell’innovazione

L’azienda di telecomunicazioni punta sullo stretto legame con il territorio

Un parco dove poter fare jogging o semplicemente passeggiare, frutta fresca a ogni piano e cibi bio e di stagione, docce e spogliatoi per la corsa: e poi pronti via, si torna al lavoro. Un modello di azienda che siamo abituati a pensare solo oltreoceano, nelle big company multinazionali: e invece no, anche a Busto Arsizio, alla Eolo, azienda di telecomunicazioni con 300 dipendenti, viene applicato il concetto di innovazione anche in fatto di benessere sul lavoro e nel rispetto dell’ambiente.

«Occuparsi di telecomunicazioni non vuol dire soltanto dedicarsi a tecnologia e innovazione - spiega Luca Spada, Ceo di Eolo - significa vivere a stretto contatto con il territorio e le persone, e imparare ad averne rispetto. A partire dai dipendenti dell’azienda che da sempre vivono in un’atmosfera green». L’ambiente, la salute, le occasioni per socializzare sono temi centrali in Eolo che mette atto tutta una serie di iniziative a favore dei suoi collaboratori per declinarli nel concreto.

L’ultima iniziativa dell’azienda è stata la realizzazione di Eolo garden: un’area di 930mq, inaugurata a ottobre dello scorso anno e ora nel pieno splendore primaverile, dove sotto le fronde di querce, tigli, ginko e frassino ci sono cinque aree relax e due grandi tavoli: uno spazio a disposizione di tutti i dipendenti, un luogo di aggregazione, collaborazione e riflessione. E se il benessere dei lavoratori passa anche dalla tavola, anche il ristorante aziendale è curato nei minimi dettagli: non soltanto il cuoco ogni giorno prepara i pasti, ma a disposizione dei dipendenti c’è anche una “area del fresco” dove ciascuno può prepararsi in autonomia un’insalata E il momento dei pasti diventa anche un’occasione per sviluppare la collaborazione: «Una volta al mese o in occasioni particolari viene organizzata una colazione a tema dove tutti si ritrovano per un momento di condivisione e di socializzazione, al di fuori della quotidianità e dell’ufficio – spiega Luca Spada – è un altro modo di fare rete».

Massima attenzione dunque alla nutrizione: cesti di frutta fresca e di stagione sono a disposizione dei dipendenti e i distributori automatici contengono anche prodotti biologici e salutari. Ai dipendenti sono state regalate delle borracce e tazze per il tè personalizzate con il proprio nome, in modo da minimizzare gli sprechi di plastica e incentivare il riuso. La raccolta differenziata è ormai buona prassi in tutti gli uffici e si fa un consumo attento anche della carta. Le nuove stampanti di Eolo sono “intelligenti” ed evitano gli sprechi di fogli: la stampa lanciata dal dipendente esce solo quando la persona si trova davanti alla macchina, ed è certo quindi che ritirerà il foglio. «In Eolo si stampa solo quando è davvero necessario – spiega sempre Luca Spada– e in questo modo nessun foglio sarà dimenticato nella stampante».

E se è vero il detto mens sana in corpore sano, Eolo è anche “sport friendly”: molti dipendenti, oltre allo stesso amministratore delegato Luca Spada, praticano la corsa in pausa pranzo e per questo in azienda sono stati allestiti alcuni spogliatoi con docce per potersi preparare allo sport e cambiarsi per poi tornare al lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare