Scenari di mercato nel dopo Brexit. Tutelare il patrimonio con i beni rifugio
Il convegno organizzato nei giorni scorsi da Disitaly alle Ville Ponti (Foto by archivio)

Scenari di mercato nel dopo Brexit. Tutelare il patrimonio con i beni rifugio

La linea tracciata da Disitaly per superare le turbolenze dovute alle difficoltà della finanza internazionale

Il “dopo Brexit” ha causato numerose turbolenze sui mercati internazionali. La scelta della maggioranza dei cittadini del Regno Unito di uscire dall’Europa è uno di quei segnali che creano scossoni e contribuiscono a minare un clima di serenità, necessario al buon andamento dell’economia.
Da questi presupposti, per offrire innanzitutto una serie di risposte su come agire, è nato il convegno di Disitaly, che ha avuto luogo nei giorni scorsi alle Ville Ponti. Esperti a confronto sull’attualissimo tema della Protezione del Patrimonio, scenari ed opportunità nel dopo Brexit, promosso con il patrocinio dell’Università di Bergamo, nel workshop tenutosi martedì 18, nella sala Bertini di Ville Ponti.

Grande partecipazione

Il convegno, destinato agli addetti del settore finanziario e assicurativo, ha registrato un grande successo di partecipazione anche nel mondo professionale, primi fra tutti i dottori commercialisti.
Relatori autorevoli hanno affrontato il tema delle turbolenze dei mercati finanziari e delle difficoltà degli strumenti finanziari tradizionali nel rispondere alle esigenze di tutela del patrimonio, determinando un ritorno in auge dei beni rifugio e di nuovi strumenti di diversificazione.

Il convegno

Ha aperto i lavori il professor Damiano Montani, aggregato in Valutazioni d’Azienda - Università degli Studi di Bergamo e dottore Commercialista, Revisore Contabile, illustrando il Trust come strumento di protezione del patrimonio.
Notevole interesse per il tema introdotto dal Dott. Vincenzo Renne, Commercialista in Varese, ideatore della “CP & F” – Consapevolezza, Patrimonio & Famiglia, che ha parlato di pianificazione strategica successoria. A chiusura dei lavori, il dottor Luigi Bellanti Cademosti, direttore commerciale Disitaly, società milanese specializzata nel trading di diamanti da investimento, ha evidenziato come il diamante oggi possa rappresentare il bene rifugio per eccellenza.
Moderatore del Convegno il professor Giancarlo Lacchin, cattedra di Estetica, dipartimento di filosofia – Università degli studi di Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA