Mercoledì 20 Gennaio 2010

Venegono, il jet decolla
E la postina cade a terra

VENEGONO INFERIORE Un aereo in decollo resta ancora oggi una delle più spettacolari manifestazioni di potenza prodotte dall’ingegno umano. Ma il bolide che si leva in cielo può avere conseguenze anche per chi si trova poco lontano dal punto del decollo.
Così è stato anche a Venegono Inferiore, dove l’altro giorno si è consumata una vicenda curiosa, fortunatamente senza esiti tragici, costata qualche attimo di paura a C.D., una postina in servizio in paese. La donna, in sella al suo scooter di ordinanza stava affrontando via Silvio Pellico, la strada che passa rasente alla recinzione dietro alla pista dell’aeroporto, nel punto in cui gli aerei cominciano la corsa verso Venegono Superiore per il decollo. Il caso ha voluto che la cinquantenne si trovasse a transitare proprio dietro al bolide nel momento dell’inizio della spinta del motore. Sarà stato il rumore improvviso dell’accelerazione, sarà stata la turbolenza prodotta dal motore o chissà per quali altre ragioni, ma lo scooter della portalettere ha iniziato a sbandare sotto gli occhi degli automobilisti in transito, finendo rovinosamente a terra, su un prato a bordo della carreggiata. Sul posto è arrivata un’ambulanza della Croce rossa di Tradate, che ha accompagnato la donna al pronto soccorso dell’ospedale Galmarini per la medicazione delle lievi ferite riportate alla gamba e al braccio sinistro. Informata della faccenda l’Aermacchi non ha voluto commentare la notizia, non avendone alcuna evidenza ufficiale. Resta da sottolineare come, in occasione di atterraggi o decolli ritenuti rischiosi per chi si trova a transitare nelle strade prossime al confine con l’aeroporto, la torre di controllo provvede alla chiusura degli appositi passaggi a livello.

b.melazzini

© riproduzione riservata