Il presidente è Marco Vittorelli. E Coldebella il primo acquisto
Rosario Rasizza e Marco Vittorelli (Foto by Varese Press)

Il presidente è Marco Vittorelli. E Coldebella il primo acquisto

Ufficiale - Salvestrin vice, Fiorini ad: il primo cda della Pallacanestro Varese ha parlato

Il futuro è finalmente qui e si è svelato con le stesse sembianze immaginate alla vigilia. Marco Vittorelli è il nuovo presidente della Pallacanestro Varese, Monica Salvestrin sarà la sua vice, Fabrizio Fiorini ricoprirà il ruolo di amministratore delegato e Claudio Coldebella quello di direttore generale.
Sono state queste le risultanze del primo consiglio di amministrazione consumatosi ieri pomeriggio in seno alla società biancorossa, le cui decisioni – almeno a livello di “nomi” – hanno abbondantemente rispettato le previsioni della vigilia. Il 22o numero uno della storia cestistica varesina (20o se non si tiene conto del doppio mandato di Angelo Bettinelli, 1946-1951 e 1956-1962, e di Adalberto Tedeschi, 1962-1963 e 1967-1972) sarà dunque Vittorelli, presidente anche di una Openjobmetis sempre più vicina alla firma ufficiale per il rinnovo del contratto di sponsorizzazione.

Entusiasmo Openjobmetis

Vittorelli, 58 anni, laureato all’Università Bocconi e presidente di Openjobmetis dal 2011 era entrato a far parte del cda uscente nel marzo del 2015: la sua nomina, in un ruolo di assoluto valore rappresentativo come quello di presidente, conferma il rinnovato entusiasmo dell’azienda guidata da Rosario Rasizza nei confronti della Pallacanestro Varese, dando l’indicazione anche di un maggior peso quantomeno “istituzionale” dello sponsor per il prossimo futuro.
Non costituisce una novità nemmeno la nomina di Monica Salvestrin, Style Director della consorziata Nau, come vicepresidente: protagonista nell’organizzazione del 70° anniversario della società, la Salvestrin il mese scorso ha trattato in prima persona il rinnovo con Openjobmetis.
Anche il nome dell’ad non ha destato sorpresa: sarà Fabrizio Fiorini, 49 anni, imprenditore milanese e amministratore unico dell’azienda Effe Effe, vicepresidente di Varese nel Cuore e consorziato dal 2014. Fiorini è entrato a febbraio nel vecchio cda e negli ultimi mesi ha lavorato all’interno della società dando una grande mano sotto il profilo amministrativo e contabile.

In anticipo sul 2015

Il primo consiglio - presenti tutti i componenti, compresi i non ancora citati Toto Bulgheroni e Riccardo Polinelli - ha pianificato l’azione futura, dimostrando unità di intenti e entusiasmo.
Come anticipato ieri sarà un cda operativo nella sua interezza, pur in assenza di deleghe specifiche salvo quelle ufficializzate; avrà un funzionamento snello, flessibile, una sorta di “manager collettivo” che giocherà sulle competenze di ciascuno dei suoi cardini e in cui le decisioni importanti non verranno prese da una sola persona, ma passeranno il vaglio di più soggetti.
Il primo referente della nuova stanza dei bottoni sarà Claudio Coldebella, sempre ieri nominato ufficialmente direttore generale del club. Coldebella ha firmato un contratto di due anni con opzione per il terzo, ricevendo dunque un mandato temporalmente ampio per riportare la Pallacanestro Varese nelle posizioni che contano (soprattutto in campionato, dove l’obiettivo playoff viene ormai mancato da tre stagioni). Il dirigente di Castelfranco Veneto, 48 anni il prossimo 25 giugno, ex di Caserta, Treviso e direttore generale uscente della Lega Nazionale Pallacanestro, verrà presentato la prossima settimana, visto che fino al 31 maggio rimarrà lontano da Varese per impegni pregressi.
Con la giornata appena passata si chiude così il tanto auspicato restyling della augusta creatura con sede in piazza Monte Grappa.
E da oggi, in anticipo di più di un mese rispetto ai tempi del 2015, si lavorerà concretamente per la stagione che verrà, con tutti i ruoli chiave ormai definiti e pronti a mettersi in gioco: parrebbe una gran, bella e buona notizia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA