La prima verifica è il Massagno. Wells fuori, Pelle in forte dubbio
Ora tocca a voi: la Openjobmetis, qui schierata sul parquet di Masnago, oggi affronterà la prima amichevole

La prima verifica è il Massagno. Wells fuori, Pelle in forte dubbio

A Chiavenna, ore 18, esordio in amichevole della Openjometis: probabile anche l’assenza del centro caraibico

«In questa settimana abbiamo già mandato ai giocatori dei messaggi tecnici: la partita di oggi servirà a capire fino a che punto sono stati recepiti e come impostare il lavoro delle prossime settimane».

Varese-Sam Massagno, Chiavenna, ore 18: la prima volta della nuova Openjobmetis. La prima volta che fa trepidare il cuore di ogni super tifoso, perchè va a sfamare un’estate di astinenza dal basket giocato e la legittima curiosità verso la squadra ai nastri di partenza, ma alla quale va data la giusta importanza e il giusto valore.

Le assenze

In primis perché sono condivisibili le parole succitate di coach Attilio Caja: quella di oggi sarà semplicemente la prima verifica, concetto fondamentale se si segue la filosofia “artigliana”. Chi punta buona parte delle proprie fortune sul sudore in palestra e sull’insegnamento ha infatti bisogno di sottoporre a periodici “esami” i suoi “studenti”, per valutare la bontà del percorso svolto, per impostare le future incombenze, per correggere se ne si presenta l’esigenza, per tenere sulla corda chi è chiamato a “studiare” senza pause. Non è un caso che il precampionato varesino sia stato scadenzato con ben 11 amichevoli: ogni step della preparazione dovrà essere vagliato alla prova del campo. Fatte queste premesse, tuttavia, non si vada oltre: otto giorni di fatica sono troppo pochi per ricavare qualcosa che vada oltre l’impressione, sia a livello collettivo che individuale.

In secondo luogo, il test odierno contro gli svizzeri già più volte incontrati negli anni scorsi sarà condizionato da due mancanze di non poco conto, una certa (Wells) e un’altra quantomeno probabile (Pelle). Dell’”impedimento” del playmaker americano già si è scritto su queste colonne. Il giocatore è incorso a giugno in una sospensione di tre mesi comminatagli dalla federazione tedesca per violazione delle regole antidoping: Wells, come tutti i compagni della sua ex squadra dei Giessen 46ers, aveva assunto un integratore alimentare contenente una sostanza considerata illecita dalla Wada. Una leggerezza della quale l’americano non ha avuto colpa (ha semplicemente obbedito a una prescrizione del proprio club) e che - riconosciuta la buona fede di Wells - è stata infatti punita con il minimo della pena, da scontare - per di più - nei mesi estivi. Il regista di Houston potrà tornare a disputare un impegno agonistico a partire dal 1°settembre: il suo esordio è dunque rimandato a sabato prossimo (2 settembre) contro Cremona.

Pelle, invece, soffre di un problema a una caviglia, vittima di una leggera distorsione nell’ultimo match che il caraibico ha giocato all’Asia Cup con la canotta del Libano: il dolore accusato ha impedito al centro di sostenere pienamente gli allenamenti degli ultimi giorni (si è aggregato al ritiro martedì) e l’eventualità di un suo utilizzo nella gara di stasera verrà valutata solo all’ultimo momento (sarebbe anche inutile rischiare troppo per la prima amichevole stagionale...).

Gli avversari

Gli altri attori biancorossi saranno invece tutti presenti sul palco del Palasport Maloggia (attesi diversi sostenitori varesini), a sintesi di una prima parte di sentiero affrontata senza intoppi: «Sono soddisfatto - dichiara Caja - perché al di là di Pelle, che si è fatto male all’Asia Cup, nessun giocatore ha avuto particolari problemi di ordine fisico. Abbiamo svolto il programma che ci eravamo prefissati, facendo un bel lavoro e con la testa giusta, come poi dovrebbe sempre essere normale all’inizio di ogni stagione».

Chi sarà a testare la condizione di Ferrero e compagni? La Sam Massagno è un club di Lna (la Serie A svizzera) fondato nel 1964: nel campionato 2016/2017 si è classificato al 10° posto (su 11), non acquistando il diritto di partecipare ai playoff nemmeno nel girone intermedio successivo. La rosa 2017/2018 agli ordini di coach Robbi Gubitosa ha quattro volti nuovi: l’ala Keon Moore (visto con la maglia di Omegna nella stagione 2015/2016), la potente guardia Justin Roberson (proveniente dal Friburgo), il centro Milos Jankovic (22enne prelevato dal Metalac) e Jules Aw (“4” senegalese ex Lugano Tigers: «Uno dei migliori giocatori del campionato svizzero» lo presenta Caja).

No, non sarà Varese a contro Varese b (già visto, peraltro, sugli schermi di Chiavenna due anni fa...): gli avversari stavolta sono veri. E non così sprovveduti. Buon inizio, cara Openjobmetis.


© RIPRODUZIONE RISERVATA