«L’impronta del mister, l’anima della squadra. Pro Patria, non devi avere paura di nessuno»
Simone Lamperti con Pedone, votato Tigrotto del mese di ottobre

«L’impronta del mister, l’anima della squadra. Pro Patria, non devi avere paura di nessuno»

La carica del presidente del club “Il Tigrotto” Simone Lamperti: «A Busto si è riacceso l’entusiasmo»

Simone Lamperti è il presidente del club Il Tigrotto, vicino alle vicende della Pro Patria e punto nevralgico di una tifoseria che non fa mai mancare il suo supporto a una squadra oggi prima in classifica. Lo abbiamo sentito quando le cose non andavano esattamente per il verso giusto, oggi però, con l’entusiasmo che aumenta, quali sono i punti focali dei tifosi?

Lamperti: possiamo essere soddisfatti, vero?

Assolutamente sì, vedo una squadra che mette l’anima in ogni partita. L’allenatore conta tanto, ha dato l’impronta giusta, i ragazzi vanno su tutti i palloni, hanno il Dna giusto, cosa che non si vedeva l’anno scorso.

Che cosa vorrebbe migliorare?

Non c’è nulla che non mi piaccia. Sono ben amalgamati, i sostituti sono di livello, la squadra è squadra nel vero senso della parola.

Quale avversario fa più paura?

Tutti dicono il Rezzato perchè a livello di nomi ne ha molti altisonanti, secondo me però troppi uomini di livello messi insieme potrebbero creare problemi. Sono più che sorpreso dal Darfo, potevano sembrare una meteora ma continuano ad andare bene: saranno loro i principali antagonisti.

La piazza di Busto Arsizio come sta rispondendo?

C’è molto entusiasmo, lo dimostra il fatto che dalla prima trasferta fino alla prossima di Crema siamo sempre riusciti a fare almeno un pullman. Certo, molti guardano i risultati, ma le buone partite stanno portando entusiasmo vicino alla squadra; domenica ci saranno almeno 3 pullman di tifosi in trasferta, siamo in Serie D, non è poco.

Avete trovato nuove leve o ci sono persone che si sono riavvicinate?

Entrambe le cose. Ci sono molte nuove leve, ragazzi giovani coinvolti da amici che magari vengono una volta e poi ritornano, ma ce ne sono anche altri che erano un po’ spariti e sono tornati a farsi sentire. Siamo molto contenti.

Quali iniziative avete in programma?

Abbiamo iniziato a votare il Tigrotto del mese attraverso un sondaggio sulla nostra pagina Facebook. Il nostro direttivo seleziona i 3 migliori giocatori e viene votato il preferito dagli utenti. Il primo a vincere è stato Santana, proprio l’altro giorno abbiamo premiato Pedone per il secondo mese. A loro diamo una targa mentre tra chi ha votato viene estratto un vincitore che porta a casa un pallone autografato da tutta la squadra.

Siete già all’opera per Natale?

Come ogni anno faremo un aperitivo natalizio coi giocatori. La data fissata è il 14 dicembre al New Magic Bar di Piazzale Crespi a Busto Arsizio a partire dalle 19.30. Ovviamente siete tutti invitati.

Torniamo al gruppo: chi tra i giovani le è piaciuto di più sin qui?

Senza dubbio Molnar, non mi aspettavo fosse così sicuro, si sta dimostrando un signor difensore. Poi c’è Galli, uno che secondo me andrà ben più in alto rispetto a questa categoria, basti pensare al cross per il primo gol di domenica, davvero tanta roba.

Di cosa deve aver paura questa squadra? Ormai è indicata da tutti come la principale favorita per la vittoria finale.

Concordo. Ma se restano così come sono, con il gruppo unito, con una forte autostima personale e con un ottimo rapporto con un allenatore che ha creato l’ambiente perfetto, non devono aver paura di nulla e di nessuno.

Che momento incorona fin qui?

Potrebbe sembrare strano, ma è la vittoria a Lumezzane. Non so da quanto tempo non vincevamo lì, abbiamo patito sempre e solo grandi sofferenze, facciamo gli scaramantici e diciamo che è di buon auspicio?

© RIPRODUZIONE RISERVATA