Programmare la serie D. Ripartendo da Bettinelli
Stefano Bettinelli: in serie D un lusso e, soprattutto, un’eccezionale base di partenza (Foto by Varese Press)

Programmare la serie D. Ripartendo da Bettinelli

Il commento di Gabriele Galassi sul Varese Calcio

Tiriamo le fila del discorso affrontato nell’articolo “Varese, bisogna giocarsi ogni carta. Ma salire in Lega Pro è improbabile”. I playoff vanno onorati e giocati fino in fondo, provando a vincere, da mister e squadra: certo. È però evidente come le possibilità di riammissione al piano superiore siano basse. Per questo la dirigenza deve, già da ora, pensare a una nuova stagione in serie D, con un piano chiaro - e da comunicare altrettanto chiaramente, a differenza di quanto si stia facendo, per esempio, a proposito della situazione finanziaria e debitoria del club - per centrare l’obiettivo (la vittoria) che quest’anno è stato fissato e a più riprese ribadito, ma non raggiunto. Un piano che sfrutti il tempo (al contrario di un anno fa, quando fu sprecato) partendo anzitutto dalle conferme. Una, su tutte, quella di Bettinelli - per ora mai arrivata: perché? - che ha preparazione, volontà, grinta e attaccamento ai colori biancorossi che già lo renderebbero perfetto tra i professionisti. E, quindi, non solo un lusso ma un’eccezionale base di partenza in serie D.


© RIPRODUZIONE RISERVATA