Signore e signori, ecco il nuovo Branco. «Ragazze, fateci divertire ancora di più»
Pallacanestro Femminile Varese, via alla stagione: le foto della presentazione di Palazzo Estense (Foto by Varese Press)

Signore e signori, ecco il nuovo Branco. «Ragazze, fateci divertire ancora di più»

Presentata ieri a Palazzo Estense la nuova stagione della Pallacanestro Femminile Varese 95

Gioca a Gazzada Schianno, ma rappresenta la città di Varese e lo fa più che egregiamente, visto che è stata una delle società di basket più vincenti della provincia negli ultimi anni (tre qualificazioni ai playoff, una finale promozione nazionale). Scatterà dai blocchi di partenza con un roster verde giovinezza (età media di poco superiore ai 21 anni) ma ha dalla sua l’esperienza del lavoro ad alto livello, un mercato che ha pescato giocatrici di valore e in crescita e l’ambizione di chi è consapevole delle proprie possibilità. È organizzata - scriviamo della società ora - con delle sfumature professionistiche (si pensi al solo settore giovanile, composto da sei squadre più il minibasket: significa un centinaio di praticanti, numeri che fanno il bene del movimento) ma è sostenuta dalla passione e da una genuinità quasi familiare, imperituro imprinting che la rende umana e vera.

Piacevoli contraddizioni firmate Pallacanestro Femminile Varese 95, a due settimane dall’inizio del campionato di Serie B presentata ieri nella cornice di Palazzo Estense. A fare gli onori di casa l’assessore allo Sport Dino De Simone, poi tifosi, genitori, amici e tanti rappresentanti del mondo della pallacanestro e dello sport (dal Delegato Provinciale del Coni, Marco Caccianiga, a Gianni Corsolini, Miriam Garbosi e i vertici provinciali della Fip).

Novità e linee guida della stagione sono state illustrate da quelli che sono i cardini della creatura biancorossa: la presidentessa Linda Inuggi, in sella alla Varese Femminile dal 1995, il fondatore Paolo Vittori (che ha spronato le ragazze: «Quest’anno voglio divertirmi ancora di più») e dall’indispensabile coach Lilli Ferri (al settimo anno sulla panchina di Varese, definita a ragione da Caccianiga «un valore aggiunto per questa società»), che ha esposto la filosofia sottesa al nuovo “Branco” («saremo una squadra da corsa, che non potrà prescindere dalle palle rubate e quindi dalla difesa»).

L’ora trascorsa nella Sala Giunta ha dato poi modo di venire a conoscenza di uno degli inediti più rilevanti dell’annata al via: la Pallacanestro Femminile avrà uno sponsor che l’accompagnerà nell’avventura. Si tratta di SCS Forniture Industriali, ieri rappresentato dal titolare Dario Colombo, imprenditore (ma anche tifoso e genitore) catturato da una passione che lo ha spinto a dare il suo contributo.

Dopo i sorrisi e i buoni propositi, la parola ora passa al campo. Se ieri (si continuerà oggi) Varese ha fatto il suo esordio amichevole nell’ambito del 2° Torneo Wav (insieme a Lodi, Villasanta e Calendasco), i riflettori saranno puntati soprattutto sul weekend del 30 settembre-1 ottobre: la Serie B - della quale ancora non si conosce la formula esatta, anche se sembra sempre più possibile la promozione diretta in A2 per la vincitrice del girone lombardo - prenderà il via con l’open day di Costa Masnaga. Tutti in campo in un unica sede per due giorni di partite senza soluzione di continuità: Varese affronterà Trescore.

Il roster 2017/2018: Eleonora Lanzani, Elena Mistò, Giulia Luisetti, Francesca Mistò, Alice Biasion, Chiara Bonfanti, Francesca Cassani, Chiara Premazzi, Camilla Colombo, Marina Fumagalli, Sara Polato. Lo staff tecnico: Lilli Ferri, Marco Coira, Elena Praderio, Luca Zanotti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA