«Tre giorni fondamentali per costruire il nostro gruppo»
Ieri la squadra di Basso e Contador ha ricevuto la visita di Giacomo Pedranzini, presidente e CEO della Kometa

«Tre giorni fondamentali per costruire il nostro gruppo»

Si è concluso il primo raduno della Polartec Kometa. Ivan Basso: «La prima impressione? Molto positiva»

Tre giorni per iniziare, per conoscersi, per gettare le prime basi di un futuro roseo.

La Polartec-Kometa di Basso e Contador ha concluso nel tardo pomeriggio di ieri i tre giorni di ritiro vissuti tra il Golf Club Le Robinie e il Centro Mapei di Castellanza. Con Ivan Basso ripercorriamo questi primi tre giorni di vita del suo nuovo progetto Continental: «Direi che è andata benissimo, sono stati tre giorni perfetti, per me fondamentali per creare le assi portanti della stagione. Sono questi i momenti in cui costruisci il gruppo. La prima impressione è quella che conta, ed è stata molto positiva. Per la prima volta ci siamo trovati tutti insieme, ad eccezione di due nuovi corridori, un colombiano ed un eritreo, che si aggregheranno al gruppo dal mese prossimo. Io li ho già incontrati precedentemente».

Ebbene, il treno è partito e la prossima fermata sarà Madrid: «Il 10 ci ritroveremo nel nuovo quartier generale del servizio corse della Fundaciòn Contador. La sede è stata rimessa a nuovo e i corridori potranno visitarla. Da lì ci sposteremo nel sud della Spagna, ad Almeria, dove inizierà il primo vero ritiro della stagione, che proseguirà fino al 22 dicembre».

Ieri mattina la squadra ha anche ricevuto la visita di Giacomo Pedranzini, presidente e CEO di Kometa, uno dei due naming sponsor della formazione: «Sì, è passato a trovarci essendo in zona per delle riunioni a Milano. L’idea che voglio portare è quella di sinergia e non di scollamento tra le aziende e la squadra ciclistica. Una deve essere parte dell’altra, è un messaggio a cui tengo molto, e questa visita mi ha fatto enormemente piacere».

Nella giornata di ieri varie riunioni al Centro Mapei: «I ragazzi in questi giorni sono stati eccellenti, ciò che conta in questo momento è inserire l’asse portante e da lì costruire la stagione. La collaborazione con il Centro Mapei è importante, ci piace far vedere come lavoriamo, questa è una squadra che ha le porte aperte».

Insieme ad Ivan erano presenti anche i tre direttori sportivi della Polartec-Kometa: Jesus Hernandez, fedele compagno di Contador appena ritiratosi dall’attività agonistica, Dario Andriotto e Felix Garcia Casas. Lo staff sarà impegnato settimana prossima in quattro giorni di “team building” con l’azienda americana Polartec, mentre a metà gennaio di nuovo in Spagna è previsto un ritiro prima che inizi la stagione agonistica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA