Varesina, inizio fatale al Breda
Martinoia ha sfiorato il 2-1 nella ripresa (Foto by Archivio)

Varesina, inizio fatale al Breda

Le fenici sconfitte 2-0 dalla Pro Sesto: non basta una buona ripresa dopo gli errori del primo tempo

Niente da fare per la Varesina nella trasferta di Sesto San Giovanni, chiusa con una sconfitta per 2 a 0 contro la Pro Sesto di Francesco Parravicini.

A decidere la partita, oltre ai gol di Scapuzzi e Croce, ci pensano gli errori commessi nella prima frazione di gioco, dove sono mancati l’attenzione richiesta a più riprese da mister Spilli e l’approccio necessario per poter dire di essere scesi in campo. Decisamente migliore e incoraggiante la ripresa, con i rossoblù che hanno reagito impensierendo in qualche situazione gli avversari.

Per la prima trasferta di questo campionato mister Spilli conferma il 4-3-3 e nove degli undici giocatori scesi in campo contro il Derthona, lanciando al posto di Chiarabini e Geraci i protagonisti del gol vittoria siglato contro i piemontesi, Giudici e Shiba. La prima frazione del Breda non è assolutamente facile per la Varesina, che scende in campo con un approccio troppo molle e dopo 6’ subisce il primo gol del match: calcio di punizione per la Pro, che sorprende la difesa ospite con uno scavetto indirizzato verso Scapuzzi, bravo a depositare la palla alle spalle di Vaccarecci. Al 29’ i padroni di casa sfiorano il 2 a 0 con Guccione, che vede la sua conclusione sbattere sul palo della porta rossoblù. Le fenici faticano a reagire e a far gioco, lasciando campo e occasioni agli avversari che al 33’ trovano la seconda rete del match con Croce, che approfitta di uno sfortunato retropassaggio della difesa rossoblù – condizionato da un campo al limite dell’impraticabilità – per portare sul 2 a 0 la Pro. Il gol sprona ulteriormente i sestesi, particolarmente attivi nel finale di frazione con Duguet, Croce e Raffaglio, la cui conclusione, ben parata da Vaccarecci, decreta la fine dei primi 45’. Quella che torna in campo ad inizio ripresa è una Varesina diversa, sicuramente più attenta e reattiva, oltre che propositiva – soprattutto sfruttando le palle lunghe. All’8’ ci prova Guccione per la Pro, ma la vera occasione del secondo tempo arriva al 21’ quando Faccioli si supera sull’ottimo tiro di Martinoia, negando alle fenici il gol che avrebbe riaperto la partita. Match che da questo momento, complice il meteo, non regala altre grandi emozioni, consegnando quindi i tre punti alla Pro Sesto e alcune mancanze a cui pensare alla Varesina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA