E per rispettare la tradizione niente di meglio che... il panettone
Il mitico ed originale Pangosto

E per rispettare la tradizione niente di meglio che... il panettone

Alla pasticceria Oscar di Busto vacanze anticipate per sfornare il Pangosto. «Col caldo è ancora più buono»

BUSTO ARSIZIO - A Ferragosto a Busto può mancare il panettone? Quello della pasticceria Oscar, of course... Ormai è una tradizione che si sta diffondendo un po’ dappertutto, ma in via Cavallotti Osvaldo De Tomasi e il suo staff ci tengono a ricordare che «l’unico e originale» “panettone di Ferragosto”, quello con il marchio registrato “Pangosto”, viene sfornato dal loro laboratorio.

«Siamo stati i primi in Italia a lanciare questa moda»: lo hanno ricordato al ritorno dalle ferie, opportunamente anticipate a luglio con due settimane di chiusura della pasticceria enoteca, prima di iniziare a sfornare i panettoni che, distribuiti a partire dal primo di agosto, ormai sono il “gadget” prediletto dai bustocchi che vanno fuori città.

Del resto anche il “Gastronauta” di Radio24 Davide Paolini ha più volte celebrato «l’antesignano» “Pangosto” bustocco dell’Oscar. La versione estiva viene considerata «persino più buona» di quella natalizia dallo stesso De Tomasi: «Con le temperature più alte, l’impasto viene morbidissimo e sviluppa ancor meglio la sua fragranza e sapori. Si può mangiare in tutti i modi: con la crema, con il gelato che lo rende fresco, ma anche puro, così com’è, davvero buonissimo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA