Ventidue milioni per la sanità: «La Regione non ci lascia da soli»
Il consigliere regionale leghista Giampiero Reguzzoni (Foto by Archivio)

Ventidue milioni per la sanità: «La Regione non ci lascia da soli»

Ben 12 milioni a beneficio dell’Asst Valle Olona: «Tutto ciò nonostante il governo...»

Nuovo ospedale, la giunta regionale stanzia le prime risorse: 500mila euro per lo studio di fattibilità del progetto del polo tra Busto e Gallarate. Ma sull’Asst Valle Olona piovono ben 12 milioni 352mila e 400 euro, «una cifra straordinaria per la sanità del nostro territorio» sostiene il consigliere regionale leghista Giampiero Reguzzoni.

Il governatore Roberto Maroni ieri ha annunciato 500 milioni di investimenti in tre anni per la sanità lombarda, di cui 22 milioni finiranno sul territorio della provincia di Varese. La fetta più ricca va all’Asst Valle Olona, di cui un milione per i sistemi informativi, 583mila euro per la cartella clinica elettronica, 549mila euro per la rete Wi-Fi e 525mila euro per la rete Lan. Gli ospedali si spartiranno le restanti risorse: 5 milioni e 570 mila euro all’ospedale di Saronno per la ristrutturazione di sale operatorie, l’adeguamento della degenza polispecialistica e il completamento degli impianti di rilevazione incendi per il Nuovo Padiglione Specialistico, un milione e 700mila euro ai presidi di Somma Lombardo e Angera per la ristrutturazione degli immobili e le apparecchiature per la realizzazione di cittadelle della cronicità, infine a Busto Arsizio 565 mila euro per l’acquisizione di Gamma Camera di Ecotomografo, 500mila per aggiornamento software, 295mila per l’acquisizione del sistema stereotassico per mammografia ed ecotomografo, 549mila per l’acquisizione della TAC a 64 strati, 220mila per la diagnostica polifunzionale, 50mila per l’ecotomografo. Infine 500mila euro per la redazione del documento di fattibilità delle alternative progettuali relative al nuovo ospedale unico. Una prima pietra concreta del maxi-progetto su cui Regione Lombardia si sta impegnando a fondo. «Al di là delle tante parole spese, seguono i fatti - il plauso del bustocco Giampiero Reguzzoni - una garanzia per i cittadini e una risposta alle perplessità di alcuni sulla volontà di andare fino in fondo. Questo primo stanziamento è la dimostrazione che la conduzione leghista della Regione fa arrivare i fatti subito a ruota dopo gli annunci e i proclami». Nel complesso, gli oltre 12 milioni di euro fatti piovere sul territorio del Basso Varesotto sono «cifre importanti - per il consigliere Reguzzoni - in particolare sono molto soddisfatto per i fondi relativi al presidio di Busto Arsizio. Regione Lombardia ha saputo, ancora una volta, intervenire nonostante i pesanti sacrifici imposti dal Governo centrale per venire incontro alla esigenze sanitarie espresse dai cittadini bustocchi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA