Varese città di poveri. Ma poi sono tutti in giro con l’iPhone

Varese città di poveri. Ma poi sono tutti in giro con l’iPhone

Cara Provincia, vi scrivo perché ho letto l’articolo sulla povertà a Varese. Ho letto, nel pezzo di Valeria Deste, alcuni numeri e alcune percentuali che fotografano una realtà disastrosa della nostra città. Soprattutto, mi ha sconvolta, quel 12,5% dei varesini che sopravvive solo grazie all’assistenza sociale. Mi chiedo: sarà davvero così, visto che io vedo, sinceramente, tutti in giro con l’iPhone 6 e i vestiti firmati, in coda davanti alla cassa per l’ultimo sconto, pieni di borse? Non è che in quel 12,5% ci sono parecchi, ma parecchi furbetti?

Enza Villanova
e-mail

Cara Enza, quelli riportati dalla nostra (competente) giornalista sono dati ufficiali. Quindi, per rispondere alla sua prima domanda: veri. Per i furbetti, beh, quelli ci sono in tutte le classi sociali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA