Laura Bono porta le Deva in patria:«Qui per condividere un’emozione»

Laura Bono porta le Deva in patria:«Qui per condividere un’emozione»

La varesina con il suo gruppo sabato presenterà l’ultimo album “4”

VARESE - «Venite a condividere un’emozione», parola di Laura Bono. La cantante varesina tornerà nella città che l’ha vista crescere per incontrare fan e tanti amici che già si stanno mobilitando sui social. Sabato alle 15 al Mondadori Bookstore di via Morosini a Varese sono attese le Deva, la formazione che oltre alla Bono coinvolge Greta, Verdiana e Roberta Pompa.

«Sono contentissima ed emozionata – dice Laura - vengo a presentare “il bimbo appena nato” nella mia città. Presenteremo “4”, il nostro primo disco in uscita proprio domenica. Vivremo un momento indimenticabile. Vi aspetto per condividerlo». Dopo mesi di lavoro in studio e un tour fitto «che ci ha dato grandi soddisfazioni, ora è il momento di incontrare chi ci sostiene e ascolta la nostra musica e i nostri “DEVAstati”, ovvero i fan delle Deva, perché noi devastiamo in senso positivo».

I singoli che hanno anticipato l’album hanno registrato ottimi piazzamenti in classifica, milioni di visualizzazioni su YouTube e di ascolti su Spotify e decine di migliaia di copie digitali vendute.

«Stanno avendo risultati pazzeschi. Siamo seconde nella classifica dei pre-order, senza ancora aver esordito. È un momento grande entusiasmo».

Il quartetto femminile mette insieme diverse personalità e stili, ma non li annulla. «Possono sorgere perplessità o gelosie, perché si teme che il proprio beniamino non sia apprezzato a pieno in un progetto del genere, ma voglio rassicurare i fan della prima ora. Spero siano orgogliosi di me e chiedo di continuare a condividere questa gioia con me. Abbiamo un grande staff che ci supporta e in studio abbiamo imparato a lavorare bene insieme».

Così quattro personalità, caratteri e timbri si sono fusi, mantenendo la propria unicità. «Siamo tutte delle prime donne con forti percorsi personali. Non è stato subito facile fare squadra, ma ci è voluto poco perché capissimo che era possibile. Col passare del tempo, ci siamo lasciate scoprire a vicenda e siamo diventate sempre più affiatate. Condividiamo tutto, dagli spazi quotidiani al palco. Quando succede questo o ti odi o ti ami: fortunatamente il nostro è il secondo caso».

Sono dieci le canzoni del disco, disponibile anche in vinile: alcune sono state scritte da Zibba, consulente artistico del progetto, da Marco Rettani che ha firmato tutti i pezzi, e già autore dei precedenti fortunati singoli che hanno portato il quartetto all’attenzione del pubblico, con Andrea Amati, Antonio Maggio, Alessio Caraturo, Nicolas Bonazzi, Luca Sala.

«Siamo molto legate a tutti i pezzi. Da “L’Amore Merita”, singolo già Disco d’oro certificato, a “La fine del mondo” che è un po’ il nostro cavallo di battaglia e parla della capacità di ricominciare imparando dai nostri errori». Non mancano anche due featuring: “Cose che si dicono” con GionnyScandal e “Il mago lo sa” con Caraturo.

«Mi piacerebbe molto che la gente ascoltasse il disco e poi ci dicesse il proprio pensiero negli instore».

Durante la presentazione alla stampa le Deva hanno anticipato d’aver «un brano pronto per Sanremo in cui crediamo tantissimo. Incrociamo le dita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA