L’Opera torna nella Città Giardino. E porta con sé il bus per il pubblico
Domenica la Traviata apre la stagione della lirica all’Openjobmetis di Varese

L’Opera torna nella Città Giardino. E porta con sé il bus per il pubblico

All’Openjobmetis domenica arriva la Traviata. E sarà attivo il servizio navetta

L’Opera torna a Varese: domenica la prima con “La Traviata”. Sarà il dramma lirico di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave, ad inaugurare i nuovi appuntamenti al teatro Openjobmetis di piazza Repubblica a Varese.

Dopo la tappa di sabato 18 al Teatro Sociale di Busto Arsizio, questa domenica alle 16 sarà sul palco della Città Giardino, grazie all’associazione “Ritorno all’opera”, il melodramma tratto da “La Signora delle Camelie” di Alexandre Dumas.

Considerata come la più significativa e romantica del compositore di Busseto, l’opera permetterà al pubblico di immergersi nella Parigi di metà dell’Ottocento e di scoprire o riscoprire le travagliate vicende della bella Violetta Valéry e del suo spasimante Alfredo Germont.

Sarà una gioia e un’occasione “nuova” per i melomani più appassionati e per i neofiti del genere, poiché a Varese mancava da tempo. «Già una decina di anni or sono – racconta Filippo De Sanctis, direttore del teatro di Varese - riportai l’opera lirica in città, dopo 60 anni di assenza». Poi c’è stata una pausa di qualche anno «e oggi torna ancora. È una sfida che darà luogo a molti altri progetti sulla lirica, in collaborazione con altre realtà varesine, che vedranno la luce nella prossima stagione».

Sempre domenica prenderà il via la sperimentazione della navetta–bus appositamente pensata per andare e tornare dal teatro in occasione delle messe in scena delle opere liriche e l’operetta in cartellone per la stagione 2017/2018: “La Traviata”, “Il Barbiere di Siviglia” e “Cin Ci Là”.

«L’esperimento del bus-teatro ha perfettamente funzionato. È già pieno quello in partenza da Tradate». Un modo per incentivare una fascia di pubblico più “agé” a frequentare il teatro, ma anche un’iniziativa per chi vuole godersi lo spettacolo senza preoccupazioni di traffico o di parcheggio e senza costi aggiuntivi. «Si tratta di una scommessa che abbiamo vinto per abituare il pubblico ad una nuova mobilità tramite l’offerta di un servizio offerto direttamente dal teatro».

Sono ancora disponibili biglietti d’ingresso per platea a 36 euro, di prima galleria a 32 e di seconda galleria a 28, ridotti rispettivamente a 32, 28 e 24 euro, mentre con la formula “6 libero” 31, 27 e 23. Per informazioni: t. 0332/247.897 o sito www.teatrodivarese.org .


© RIPRODUZIONE RISERVATA