Daniele Bossari vince il Gf. E la “sua” Varese lo celebra
L'autore varesino Raffaele Schizzo Bruscella, Daniele Bossari, Epi Bombelli (Titolare con Bruscella del Bathazar). La fotografia è di Federico Galiano (Foto by Laura Botter)

Daniele Bossari vince il Gf. E la “sua” Varese lo celebra

Il conduttore ha trionfato al Grande Fratello Vip. L’amico Skizzo: «Glielo avevo predetto»

Daniele Bossari ha vinto il Grande Fratello Vip 2 perché è umano e sincero. Varesino d’adozione, il conduttore televisivo e radiofonico ha trionfato, dopo la lunga maratona dell’ultima puntata in onda lo scorso lunedì, nel reality show di Canale 5, ottenendo il 52% dei voti grazie al suo percorso lineare e pulito.

L’epopea del conduttore di “Mistero” è passata da un percorso di rinascita che lo ha portato a mettersi a nudo con paure e debolezze, ma anche a chiedere in moglie la compagna Filippa Lagerback. A raccontare un po’ di quel percorso è Raffaele “Skizzo” Bruscella, autore tv varesino e amico di Bossari. Prima di partire per la Casa del GF, «Daniele è venuto a trovarmi – racconta – e, visto che siamo amici, gli ho dato un po’ di consigli. Gli ho suggerito di essere se stesso, perché è una persona splendida. Gli ho predetto che, secondo me, avrebbe vinto e così è stato».

Anche nella vita “varesina” Daniele è sempre stato alla mano. «Chi lo ha conosciuto al bar o in un negozio a fare shopping sa che è sempre gentile, simpatico, educato e va d’accordo con tutti». S’è mostrato senza nascondersi, cadute comprese. «È uscita fuori la sua umanità e lo dico non da amico, ma da autore. I reality non fanno nient’altro che amplificare quel che sei. Era il più naturale di tutti e anche meritevole di essere nel Gf vip, a differenza di altri “fratelli di”. Persino quando i bravissimi autori lo hanno indotto in tentazione, da uomo rinchiuso da più di due mesi, mettendolo vicino a una donna come Aida Yespica non è inciampato e ha dimostrato di essere un grande». Il pubblico si è identificato nel suo carattere riflessivo e spirituale.

Nato a Milano nel 1974 è stato veejay di Mtv, che «negli anni 90 significava essere una rockstar». Ha condotto poi diversi programmi tv. «Le sue sono sempre state scelte lavorative coerenti. Ha fatto “Mistero” perché lo affascinava quella materia».

Oltre ai riflettori, però c’è stato anche un periodo buio che non ha temuto di raccontare proprio davanti alle telecamere del Gf. «Non ha mai dato in pasto la sua vita ai giornali. Quel periodo ormai l’ha superato alla grande. Il reality lo ha aiutato a raccontarlo e tirare fuori quella parte di sé e magari ad aiutare altri che si trovano in condizioni simili che potrebbero decidere di farsi dare una mano».

A convincerlo a partecipare «è stato in ottima parte Franchino, il suo agente, quasi un fratello maggiore, che è scomparso proprio mentre Daniele era nella Casa».

Accanto a lui c’è, dal 2001, una donna speciale, Filippa Lagerback, da cui ha avuto la figlia Stella, 14 anni. Nel corso della semifinale del Grande Fratello le ha chiesto di sposarlo. «Lo deve fare per forza – prosegue ridendo Skizzo – l’ha promesso davanti a milioni di persone». E visto quanto la coppia ama il nostro territorio, forse potremmo aspettarci delle nozze varesine, ma prima «dovranno tornare alla normalità. Daniele dovrà riprendere il ritmo quotidiano così potrà godersi la famiglia, dopo aver vissuto per due mesi e mezzo in un microcosmo con 10 abitanti, le sue dinamiche e regole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA