Il neo blues di Buzzy Lao a Varese
Buzzy Lao ha condiviso il palco con artisti importanti quali Dente, Daniele Celona, Omar Pedrini e Pula+

Il neo blues di Buzzy Lao a Varese

Il cantautore sarà domani sera al Twiggy dove ripercorrerà le canzoni più significanti del suo album “Hula”

Buzzy Lao suonerà la sua Weissenborn al Twiggy. Il giovane cantautore-bluesman torinese dalla voce suadente sarà in concerto, a ingresso libero, nel locale di via De Cristoforis 5 a Varese domani, mercoledì 6 dicembre alle 21.30.

Il musicista, che mescola neo-blues alle contaminazioni black, ripercorrerà con la sua band le canzoni più significative del suo album di debutto “HULA”, dando vita a divagazioni di matrice blues/rock, reggae e afrobeat. Il disco, uscito poco più di un anno per INRI, era stato anticipato dal singolo “Credi di Amare” e seguito dal tour che lo sta portando in tutta Italia per una serie di live.

Tra intensità e dolcezza, grinta e sensibilità, i 13 brani sono caratterizzati da flussi di parole scelti con dichiarata semplicità ma hanno un alto valore strumentale e di produzione. Da “Anche il vento cambierà” a “Sentirai” fino a “Qualcosa c’è”, passando per “Buonanotte” e “Hanno ucciso l’amore”: i brani del lavoro discografico rappresentano in particolare la parte più recente del percorso artistico di Buzzy e sono rigorosamente accompagnati dal suono della sua Weissenborn, la chitarra resa famosa nella scena alternative blues da altri artisti del genere come Xavier Rudd, Ben Harper e John Butler.

Il suono ricco dell’album - prodotto da Fabio Rizzo già al lavoro con Dimartino, Il Pan del Diavolo, Nicolò Carnesi e molti altri - è legato probabilmente alle sue origini: è nato, infatti, tra Londra, Torino e Palermo.

L’opera prima di Alberto Salerno, in arte Buzzy Lao, ha una forma poco italiana e tecnicamente esemplare, in cui le sonorità del blues più tradizionale e le ritmiche roots del reggae si fondono con la canzone d’autore italiana.

Lo stesso artista, prima di tornare nella natia Torino, ha vissuto una lunga esperienza musicale in UK che lo ha portato a rilasciare a gennaio 2015, “Lacrime d’amore”, il primo singolo in italiano seguito da una lunga serie di concerti tra le strade e i più interessanti live club torinesi, guadagnando un seguito sempre più folto e condividendo il palco con diversi artisti tra cui Dente, Daniele Celona, Omar Pedrini e Pula+.

Gli hanno fatto seguito la mini raccolta “Bootleg 2015”, gli impegni sul palco tra i quali l’apertura alla presentazione torinese di “Peninsula” - docu-filim sulla storia del Surf in Italia -, il ReccoSurfestival, Apolide Rock Free Festival e l’I-Days Festival. Coronamento di una intensa attività concertistica è stato “Live at Jazz Club Torino”, il live album uscito a giugno 2017 ed estratto dal concerto al Jazz Club di Torino del 26 ottobre 2016.

Appassionato di surf e skateboard Buzzy Lao è legato all’ambiente alternativo torinese, collabora attivamente con la realtà occupata de La Cavallerizza in Torino e con diverse associazioni culturali, equosolidali e ambientaliste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA