Un Terre-Moto di beneficenza. Tornano a rombare le Vespe solidali di Oggiona
L’associazione Terre-Moto Club è pronta a nuova ondata di beneficenza

Un Terre-Moto di beneficenza. Tornano a rombare le Vespe solidali di Oggiona

L’associazione di nuovo in campo per aiutare la popolazione di Norcia

OGGIONA CON SANTO STEFANO - Tornano a rombare le Vespe solidali con le popolazioni del centro Italia colpite dal sisma dell’agosto 2016. Perché il Terre-Moto Club è intenzionato a proseguire la sua opera benefica per gli abitanti di Norcia. «Non ci fermeremo mai» dicono in coro Nunzio Samperi, Alessandro Gandini, Pino De Pinto, Andrea Luoni e Marco D’Amore, i cinque protagonisti e fondatori di questo sodalizio oggionese.

La Vespa – simbolo di un’epoca e di una nazione – è la loro passione. E proprio a bordo dei loro motocicli da 125 e 150 cc tre del gruppo (Andrea e Alessandro con gli amici Fabio Caimi e Giorgia Serafini) lo scorso agosto si sono recati a Norcia a consegnare un assegno di 5 mila euro per due aziende agricole norcine. Oggi sono pronti per una nuova iniziativa, che hanno intitolato Primo Vespa Raduno Vespassano, in calendario per l’8 ottobre. La domenica autunnale coincide con la Festa della Madonna del Rosario, festeggiata nella parrocchia di San Giulio di Cassano Magnago. «Abbiamo deciso di inserirci nel contesto della festa del paese - spiega Samperi - perché la parrocchia ci ha chiesto di collaborare. Abbiamo deciso di portare due attrazioni a Cassano: le nostre Vespe e le auto militari storiche».

Alle 7.30 del mattino è previsto il raduno dei veicoli. Per le auto non è richiesta alcuna iscrizione, mentre per le Vespe la quota è di 10 euro per il conducente e di 5 per il passeggero. Questa quota comprende la colazione, un aperitivo e il pranzo. «Una parte di questi soldi la daremo alla parrocchia per i viveri acquistati. La restante andrà a Norcia». Naturalmente i ragazzi del Terre-Moto club confidano in una grande partecipazione per sostenere le loro finalità benefiche e il progetto “La Rinascita ha il Cuore Giovane”. La partenza del Vespassano Tour inizierà alle 9 dopo una benedizione e la sfilata cassanese sosterà davanti a tutte le quattro chiese. Alle 11 la messa solenne in San Giulio. Auto e moto proseguiranno il loro giro rientrando proprio davanti al luogo di culto.

Questo mini tour, che vuole dare visibilità all’associazione oltre che raccogliere fondi da devolvere a Norcia, è soltanto il prologo di una serie di iniziative future che il club ha in mente di realizzare la prossima primavera. In novembre comunque, prima che faccia troppo freddo, alcuni membri dello staff si recheranno a Norcia per consegnare il denaro raccolto. Questa volta però, visto il clima, non con le Vespe, ma in camper.


© RIPRODUZIONE RISERVATA