«Date via i vostri spiccioli. E aiuterete chi ha bisogno»

«Date via i vostri spiccioli. E aiuterete chi ha bisogno»

Una raccolta di monetine da pochi centesimi che, messe tutte insieme, possono dare qualche frutto
Gennaro Gesuito

Gennaro Gesuito

Una raccolta di spiccioli per fare del bene. Monetine che da sole non valgono quasi nulla ma che messe insieme in gran quantità possono fare la differenza. Le classiche monetine rosse da 1,2 o 5 centesimi, destinate a dar fastidio nelle tasche oppure a finire in un cassetto. È questa l’iniziativa promossa da Gennaro Gesuito, esponente di Rivoluzione Cristiana, in calendario per domenica 12 febbraio.

«L’evento consiste nel sensibilizzare i cittadini di Varese e provincia a donare quelle antipaticissime monetine da 1, 2 e 5 centesimi che, a detta di molti, sono inutili, fastidiose e prive di valore - spiega Gesuito - Si tenga presente che nel mio bar ad Arcisate, ho esposto da tempo in bella avidenza un vaso in vetro dove molti gentili clienti ripongono quelle “stupide” monetine per sbarazzarsene». Risultato? «Da 6 anni, ormai, quel vaso raccoglie in breve tempo circa cento euro di “stupide” monetine, che, naturalmente, doniamo in beneficenza ogni fine anno», continua Gesuito. «Pochi giorni fa, due cari amici, mi hanno suggerito di estendere la raccolta attraverso un evento per poter raccogliere cifre ben più importanti. Trovo che questa iniziativa possa essere più interessante e redditizia in termini di beneficenza». Ora serve una campagna «sia per poter sensibilizzare i cittadini a compiere un gesto di grande solidarietà, che per avere una persona terza alla quale affidare il denaro raccolto, onde evitare spiacevoli equivoci o polemiche sulla veridicità della raccolta e della destinazione delle somme raccolte».

Gesuito illustra anche cosa sarebbe possibile finanziare cin tutte quelle monetine: «Mi piacerebbe donarle a qualche scuola materna per contribuire a pagare il pasto ai bambini che hanno famiglie con gravi problemi economici e che non possono sostenere il costo del buono pasto - conclude Gesuito - Chiederò anche l’intervento di una banca disposta a cambiare le monetine con banconote, problema sollevato spesso da molte banche che nicchiano di fronte ai versamenti di monete o che non mettono a disposizione i blister per i versamenti».

Le monetine possono essere consegnate al Caffè Farinola via Matteotti 91, ad Arcisate, ma sarebbe meglio portarle domenica 12 febbraio in piazza del Podestà, presso il Caffè Biffi, a Varese, nel corso di un evento promosso dagli organizzatori della raccolta.Tutto il denaro raccolto sarà consegnato ad asili nido e scuole materne per contribuire all’acquisto di buoni pasto per i bimbi per le famiglie in stato di disagio economico. E alla luce della recente bagarre politica legata al caro scuola varesino l’iniziativa, più che mai, diventa di rilievo.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA