I regali natalizi si ri-giocano. Per donare a chi ha di meno

I regali natalizi si ri-giocano. Per donare a chi ha di meno

«Sotto il nostro albero c’è posto per tutto: dalle costruzioni ai peluche. Ma in buono stato»

I regali si riciclano per solidarietà a Biumo Inferiore.
Alla libreria Kentro, un bianco l’albero buono aspetta bei pensieri per chi ha bisogno.
L’iniziativa “Rigiocando” è un modo per creare “nuovi spazi di vita buona”, come dice il motto dell’associazione che gestisce il negozio di via Merini.
«Idea nasce da noi soci – racconta Roberto Benotti - come risposta a un interrogativo comune. Ci siamo chiesti, perchè buttare i giocattoli ancora in buone condizioni, quando possono essere “ri-giocati”». Niente cantina o soffitta dove prendere polvere quindi, ma un bel foglio di carta colorata e un nastro per «rimettere in gioco i giocattoli».

Entro martedì 20 dicembre chi vorrà potrà consegnare i propri pacchi: un modo per non sprecare, ma anche per fare del bene con poco.
Se i figli hanno iniziato a disinteressarsi ai vecchi balocchi, se non sapete come disfarvi di quel “doppione” o se in cameretta non c’è più spazio per quanto arriverà con le feste, l’occasione è perfetta per donare direttamente ai bambini più bisognosi. E per una volta riciclare regali sarà un’operazione di ottimo gusto.
«Abbiamo condiviso l’intuizione con don Marco Casale che, oltre ad essere parroco a San Carlo, è referente per la Caritas varesina ed è stato subito disponibile a dare seguito all’idea».
Una “filiera” breve che, da mittente a destinatario, compirà il suo ciclo in città.
Il Natale è proprio dietro l’angolo e mentre i bambini non vedono l‘ora di scartare i doni, i genitori hanno già iniziato la corsa ai regali, per sorprenderli con i loro giocattoli preferiti e vederli felici. Purtroppo però quando una famiglia è in difficoltà, le priorità diventano altre. «Sotto il nostro albero c’è posto per tutto: dalle costruzioni ai peluche.
L’importante è che il materiale sia in buono stato e già impacchettato per essere consegnato. Il giorno dopo la chiusura dell’iniziativa, infatti, recapiteremo direttamente i pacchi alla Caritas di Varese perché siano distribuiti, prima di Natale, alle famiglie bisognose con bambini».

In cambio di tanta generosità verrà dato un piccolo segno.
«Per ogni pacco verrà regalato un segnalibro realizzato da me, che potrà essere anche colorato dai bambini che verranno in libreria». Roberto, in arte Robihood, è infatti un vignettista dall’ironica e saggia matita, nonché autore di diverse pubblicazioni, che racconta il mondo dalla politica al sociale, dalla religione al cibo. «Kentro vuole così sottolineare il gesto di chi dona per qualcun altro».

L’orario di consegna coincide con quello di apertura del negozio: «tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30 con orario continuato, compresa domenica 18 dicembre. Chi, invece, passerà sabato 17dicembre troverà un novità in più. «Avremo la colazione in “Kentro” e la lettura per bambini dai 6 ai 10 anni, con l’autrice, di “Romualdo il Cercatore”.
È un appuntamento che vorremmo diventasse mensile. Alle 10 ci troveremo per mangiare qualche biscotto o fetta di torta e Maria Petitti, insegnante varesina e scrittrice di alcuni volumi per ragazzi, leggerà qualche passo tratto dal suo libro che tratta il tema dell’adozione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA