Politiche 2018. Le mosse sullo scacchiere varesino

Politiche 2018. Le mosse sullo scacchiere varesino

Partito per partito ecco i nomi di “casa nostra” per un posto in Camera e Senato

Elezioni politiche, la corsa è iniziata. I collegi uninominali (tre alla Camera, Varese, Gallarate e Busto; e uno “e mezzo” al Senato, con quello a cavallo di due province che comprende Busto, Saronno e Como) sono dati “sicuri” per il centrodestra, e la loro spartizione dovrebbe essere ormai definita. Alla Lega due collegi alla Camera e uno al Senato, gli altri a Forza Italia (che “porta” anche Fratelli d’Italia).

Poi ci sono i listini bloccati dei collegi plurinominali: alla Camera è di livello provinciale nella circoscrizione Lombardia 2 che elegge otto deputati, al Senato la circoscrizione Lombardia 3 (7 seggi) sulle province di Varese, Como e Lecco. Sui nomi è ancora tutto da discutere ai tavoli regionali e nazionali, oltre che provinciali. Ma in casa Lega Nord i nomi “caldi” sono quattro: i riconfermati Giancarlo Giorgetti e Stefano Candiani (più Umberto Bossi, che potrebbe correre anche fuori provincia) e le new entry Attilio Fontana e Matteo Bianchi, mentre Forza Italia è pronta a schierare Lara Comi, mentre Luca Marsico è più orientato a ricandidarsi in Regione.

Fratelli d’Italia potrebbe schierare per un collegio il commissario provinciale Paola Frassinetti, mentre nel proporzionale sono pronti il sindaco di Luino Andrea Pellicini, l’assessore di Gallarate Francesca Caruso e quello di Saronno Gianangelo Tosi. Allo stato attuale, anche se una decisione definitiva è ancora lontana, le “caselle” potrebbero riempirsi, alla Camera, con Lara Comi sul collegio di Varese e Matteo Bianchi su quello di Gallarate, mentre Busto è un’incognita (il neo-segretario cittadino leghista Francesco Speroni ha chiesto ai vertici una candidatura proveniente dal territorio). Al Senato, è pronto a correre l’ex sindaco di Varese Attilio Fontana nel collegio del Nord della provincia, mentre il comasco Alessio Butti, di Fratelli d’Italia, è dato in pole position per il ritorno a Palazzo Madama nel collegio che vede il capoluogo lariano insieme al sud Varesotto. Ancora da stabilire i candidati per i collegi del Pd, anche se potrebbero essere poco più che candidature di bandiera, visto che le proiezioni danno tutti i collegi “sicuri” per il centrodestra.

Nel Pd la partita si gioca soprattutto sui listini plurinominali: tra gli uscenti hanno dato la loro disponibilità Maria Chiara Gadda ed Erica D’Adda (Angelo Senaldi ha già annunciato che passa la mano, Paolo Rossi è fuori gioco, mentre per Daniele Marantelli dipenderà molto da un’eventuale deroga da Roma e da come si muoverà la componente “orlandiana” di cui è uno dei big), mentre si affaccia una candidatura per Alessandro Alfieri. Poi c’è Gianfranco Librandi, ex Scelta Civica oggi passato nel Pd, in corsa per un collegio sicuro a Milano. Nel Movimento Cinque Stelle è attesa per le “parlamentarie” e per la definizione delle candidature tra collegi e listini: per Varese in corsa l’uscente Cosimo Petraroli per la Camera e la consigliera regionale uscente Paola Macchi per il Senato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA