«Pronti a ripresentare ancora la nostra proposta»

«Pronti a ripresentare ancora la nostra proposta»

Chiusura de La Quiete: le cooperative che hanno depositato ieri un’offerta da 7,5 milioni non desistono

Pronti a ripresentare l’offerta per l’acquisto della clinica La Quiete entro quattro giorni. I vertici delle due cooperative, la Coopselios e la Progres, che hanno depositato ieri mattina in tribunale un’offerta da 7 milioni e mezzo di euro per l’acquisto della clinica ormai svuotata e a rischio chiusura definitiva hanno fatto sapere ai lavoratori che non intendono desistere.

La situazione

Sono pronti a ripresentare entro quattro giorni una nuova offerta e a depositare in tribunale tutte le garanzie necessarie a comprovare al fallimento la concretezza della copertura finanziaria alle spalle dell’offerta di acquisto.

A quel punto il giudice fallimentare, in caso di nuovo rigetto, dovrà fornire articolate spiegazioni.

«Perché se l’offerta c’è, è molto vicina al ribasso d’asta, se le coperture finanziarie ci sono – insistono i lavoratori – ci devono spiegare in base a quale logica decidano di mandare in fumo 60 posti di lavoro e di chiudere una clinica che lavora e incassa. Un’attività che funziona, che produce denaro. Una struttura sanitaria fondamentale per Varese».


© RIPRODUZIONE RISERVATA