Star Wars colpisce sempre e fa il pienone. Ma i varesini si dividono: «Luce e ombra»
I cosplayer varesini con i fan e seduti al Miv, pronti per Star Wars (Foto by Varese Press)

Star Wars colpisce sempre e fa il pienone. Ma i varesini si dividono: «Luce e ombra»

Oltre 700 prevendite e sale strapiene ieri al Miv per la prima de “Gli Ultimi Jedi”, l’ottavo capitolo della saga di Lucas

Ieri è stato il grande giorno. Nelle sale cinematografiche italiane e varesine è arrivato “Gli Ultimi Jedi”, l’ottavo capitolo della Saga di Star Wars.

«Siamo molto soddisfatti di come è andata questa prima giornata - racconta Andrea Cervini, responsabile del Miv di via Bernascone - Un grazie anche agli amici Pie Dones e Steven Swayze, i nostri fedeli cosplayer. Per ora (momento in cui è stato scritto l’articolo, ndr) abbiamo 700 biglietti venduti per tutti gli spettacoli in cartellone oggi, ma siamo certi che aumenteranno molto, soprattutto perchè gli spettacoli serali sono quelli più ambiti».

Gli appassionati della saga attendevano questo momento da oltre 700 giorni. E in questa lunga attesa la frase sulla bocca dei fan e dei tanti cosplayer - che anche ieri hanno animato le hall e le sale del multisala - è stata «sì, bellissimo Rogue One, ma vogliamo sapere come si evolve la saga principale».

Tutto oro ciò che luccica? Non proprio, perchè l’opinione di chi ha visto il film ai primi spettacoli a disposizione è assolutamente molto divisa.

«Carino. A tratti epico e a tratti meno - raccontano Andrea Vivona, Alessandro Faveri e Simone Marro che hanno potuto assistere ad una delle prime proiezioni - Soddisfatte le aspettative? In parte. Evitando di fare spoiler sulla trama, ci sono stati sicuramente dei bei colpi di scena ma il ritmo del film non è stato sempre incalzante. Ci sono personaggi nuovi, sia umani sia... non umani. È stato presentato un nuovo pianeta che è molto particolare. Inoltre, il film si apre a molti scenari futuri, da capire poi come sceneggiatori e registi decideranno di svilupparli»

Di opinione simile è anche Mario Bottazzi, membro (e fan) dello staff del Miv: «Sul giudizio siamo divisi. Si sono create due fazioni, quasi a voler ricalcare l’eterna lotta che contraddistingue la saga. Bene e male. Bello e brutto. Luce e ombra. Nel complesso è un film godibile e piacevole, dal ritmo più lento all’inizio ma dalla metà in poi ti tiene incollato allo schermo. Sono curioso di capire come si svilupperanno i nuovi spunti. La cosa certa è che ormai nulla sarà più come prima». Soprattutto dopo aver svelato che...


© RIPRODUZIONE RISERVATA