Tutti insieme a Capodanno. Per non lasciare soli gli ultimi
Luisa Oprandi ha istituito la festa solidale a partire dal 2009 (Foto by Archivio)

Tutti insieme a Capodanno. Per non lasciare soli gli ultimi

Torna il veglione solidale del 31 dicembre per aiutare chi è in difficoltà

Anche quest’anno all’oratorio di Giubiano torna «l’ultimo solidale», il veglione di Capodanno dedicato alle persone in difficoltà.

«Abbiamo mandato i volantini che spiegano l’iniziativa alla mensa della Brunella, agli Angeli Urbani, alla mensa di via Luini, alla Croce Rossa di via Dunant, alla Caritas e al centro diurno Il viandante chiedendo di far girare la voce» racconta Luisa Oprandi, che ha istituito la festa nel 2009 e che da quell’anno continua a ripeterla, sempre con più successo.

Per ora hanno confermato la presenza 50 persone che frequentano la mensa di via Luini, 20 che gravitano sulla mensa della Brunella e 50 che provengono dai centri di accoglienza. I volontari che collaboreranno alla buona riuscita della serata sono circa 120. In più ci sono «i commensali», una trentina quelli che hanno già prenotato, persone affezionate a questa festa e che vogliono parteciparvi. «Ci teniamo che il rapporto tra volontari e persone in difficoltà sia uno a uno – spiega Oprandi – I volontari, infatti, non solo danno una mano a preparare e a pulire la sala, ma trascorrono il tempo insieme agli ospiti. Quello che più importa in questa serata è stare insieme».

Verrà allestita una lotteria solidale, con premi pensati apposta per combattere il freddo dell’inverno e rendere più confortevole la quotidianità di chi ha poco. Chiunque può collaborare a riempire la cesta dei premi, portando (ancora nella giornata di oggi) all’oratorio di Giubiano, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18, prodotti per l’igiene, sapone, asciugamani, golf, giacconi, cappelli, guanti, tutto per uomo, donna e bambino.

Aspettando la mezzanotte, la serata sarà allietata dai musicisti della Ballafon’s Band con il cantante Valentin.

La cucina, anno dopo anno, si arricchisce di nuovi piatti. Quest’anno il risotto verrà cotto all’esterno, su un pentolone. Poi ci saranno lasagne di verdure, pollo arrosto, una punta ripiena preparata dall’agriturismo Martinelli di Besano, patate arrosto, dolci, frutta secca e fresca, lenticchie e salamino, panettone con la crema al cioccolato. Chi vuole può ancora donare frutta secca, panettone, spumante e bibite (è possibile consegnare i viveri all’oratorio di Giubiano, domani e dopodomani, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18).

«Questa festa è diventata un punto di riferimento – conclude Oprandi – Ci sono persone che già a settembre cominciano a chiedere “quest’anno si fa l’ultimo solidale”?».


© RIPRODUZIONE RISERVATA