Una biblioteca per i bimbi. E un presepe solidale

Una biblioteca per i bimbi. E un presepe solidale

L’Asilo Malnati-Macchi-Nidoli presenta le iniziative per sensibilizzare i piccoli a condivisione e rispetto

Una biblioteca per i più piccoli, open days e un presepe solidale: sono tre le iniziative intraprese dall’Asilo Malnati-Macchi-Nidoli di Giubiano per stimolare la sensibilità dei bambini attraverso i valori di condivisione e di rispetto del prossimo.

«La biblioteca è utile anche per far maturare nei bambini il rispetto verso gli oggetti altrui ed il concetto di bene comune e condivisione col prossimo» dichiara Francesca Vecchi, coordinatrice dell’asilo, che aggiunge: «L’idea della biblioteca nacque due anni fa, quando i genitori dei bambini che avevano terminato il loro percorso con noi decisero di regalarci alcuni libri con i quali decidemmo di creare un piccolo spazio adibito a biblioteca». Biblioteca che era destinata ad espandersi ulteriormente, come racconta Vecchi: «A seguito di altre gentili donazioni da parte delle famiglie dei bambini, a cui abbiamo aggiunto libri comprati da noi, ci siamo decisi a iscrivere un progetto riguardante la biblioteca ad un bando della “Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus”, ottenendo l’approvazione».

Circa la tipologia di libri presenti in biblioteca, la coordinatrice chiarisce che «abbiamo scelto di tenere libri per bambini da 0 a 6 anni in quanto, oltre ad essere la fascia di età presente nell’asilo, sappiamo che nella zona ci sono altre strutture con libri per bambini più grandi».

In questi giorni l’asilo sta terminando l’allestimento di uno spazio dedicato alla lettura nel quale 3 volte al mese la bibliotecaria si cimenterà in letture interattive per i bambini divisi in fasce di età; che potranno così usufruire di questo servizio che vuole essere un modo per avvicinare i più piccoli ad un’attività importante e spesso trascurata come la lettura.

Oltre a ciò una volta al mese (le date saranno disponibili sul sito dell’asilo) la biblioteca sarà aperta al pubblico; l’ultima volta è stata lo scorso sabato, durante l’open day, il giorno in cui l’asilo si apre alle famiglie che vogliono iscrivere i propri figli. Durante queste giornate speciali, le famiglie possono assistere al normale svolgimento delle attività, all’interno dell’asilo, e in questo modo farsi un’idea su quelli che sono i metodi educativi proposti. Il prossimo open day sarà mercoledì 21 gennaio dalle 9.30 alle 11.30 e si terrà in concomitanza con l’apertura della biblioteca.

Un’altra iniziativa degna di nota, intrapresa dall’asilo Malnati-Macchi-Nidoli, è quella del presepe: con l’avvicinarsi delle festività natalizie, da 3 anni a questa parte, il personale dell’istituto chiede alle famiglie dei bambini di collaborare alla creazione del presepe attraverso la costruzione di componenti con materiale destrutturato seguendo un tema specifico. Quest’anno il tema scelto per il presepe è quello del terremoto che ha colpito il centro Italia quest’estate; “se potessi costruire qualcosa per i terremotati cosa farei?” questa domanda è stata posta ai bambini che hanno risposto bene con le loro famiglie, costruendo già diversi edifici, in quella città di cartone che è stata da loro battezzata “Speranzopoli”.

Un bambino in particolare ha voluto ricreare un asilo tale e quale a quello di Giubiano con tanto di scritta, un gesto che trasmette incredibile sensibilità, come sottolinea la coordinatrice.

Il 21 dicembre, inoltre, in concomitanza con la benedizione del presepe, i bambini si recheranno, come da tradizione, a fare gli auguri di Buon Natale a tutti i negozianti della zona, momento che trasmette sempre molta allegria in tutto il quartiere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA