Workshop, cultura e stelle per l’Owl Night Festival. Un’esperienza a 360 gradi
Una foto delle precedenti edizioni del Festival di Albizzate (Foto by repertorio)

Workshop, cultura e stelle per l’Owl Night Festival. Un’esperienza a 360 gradi

Il nostro direttore terrà lezioni di giornalismo, poi spazio al cinema in cuffia e ai laboratori per i bimbi

ALBIZZATE - L’Owl Night Festival non sarà semplicemente un Festival musicale. Sarà molto di più. Oltre i 27 concerti di musicisti della line-up - tutti rigorosamente italiani e con una forte rappresentanza varesina - molto spazio sarà dedicato a iniziative slegate dalla musica e destinate a tutti, grandi e piccoli.

Ad inaugurare la parte del Festival dedicata ai bimbi sarà il Laboratorio di Bolle di Sapone, programmato per venerdì e sabato dalle 14 alle 19. Negli stessi giorni, alle 16, ci sarà il Baby Painting, durante cui i più piccoli potranno dedicarsi all’arte: le loro opere saranno poi esposte in alcune zone dell’area feste.

L’organizzazione ha poi allestito un’area campeggio, con la possibilità, grazie alla presenza di Micheal, istruttore e guida esperta, di vivere a stretto contatto con il verde realizzando un bivacco con la legna dove poter passare la notte, ammirare il cielo stellato. Ma le stelle si potranno osservare meglio venerdì nell’area cinema, a partire dalle 22, con il viaggio nell’astronomia moderna con la visione degli astri nel weekend di luna piena. Dalle stelle del cielo a quelle del grande schermo con il Silent Cinema, aperto fino alle prime luci di sabato e di domenica.

Grande spazio sarà poi dedicato alla cultura: da una parte i più piccoli potranno intrattenersi con la lettura accompagnata a partire dalle 10.30 di sabato, per i più grandi invece di grande rilievo sarà l’incontro “Giornalismo tra carta, web e social network” tenuto dal direttore del quotidiano La Provincia di Varese Francesco Caielli sabato mattina (dalle 10.30 alle 12). Domenica, l’attenzione si sposterà invece sui metodi e le strategie che stanno dietro ad un’inchiesta giornalistica, con l’incontro tenuto sempre dalla redazione della Provincia di Varese alle 10.30

Accanto al giornalismo scritto, spazio anche a quello radio con l’imperdibile Corso di Speaker Radio che si terrà a partire dalle 13 di sabato e domenica. Dopo le due lezioni il corso culminerà con una diretta su NeverWas Radio. Il viaggio celtico partirà invece sabato pomeriggio con combattimenti e, domenica, con matrimoni celtici aperti per un numero limitato di coppie.

Divertimento, cultura ma anche attenzione al sociale con il corso di autodifesa femminile dedicato alla tecnica israeliana del Krav Maga, dalle 15 alle 17 di sabato e domenica, e con il Gioco dell’oca sulla diversità, domenica, con Leo Club, con una sensibilizzazione verso la disabilità. Dalle 16 di sabato e domenica, poi, Officina Migrante porterà la manualità in via Vittorio Veneto, con workshop di serigrafia, falegnameria e legatoria.

Per gli amanti della birra irrinunciabile poi la lezione di Birra Artigianale a partire dalle 18 di sabato.

L’Owl Night sarà poi occasione per la cittadinanza di confrontarsi con il sindaco Mirko Zorzo durante “Il Caffè col Sindaco” in programma alle 11 di domenica. Alla stessa ora arriveranno gli acrobati e giocolieri.

Insomma, l’Owl Night Festival non è solo musica. È molto di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA