Il parcheggio diventa “blu” e il malcontento corre sul web
Come annunciato da mesi, ieri sono comparse le strisce blu nel parcheggio sul lungolago

Il parcheggio diventa “blu” e il malcontento corre sul web

L’area di sosta sul lungolago ora è a pagamento. Il comune di Gavirate: «Rischiava di diventare un deposito d’auto»

GAVIRATE - Come annunciato mesi fa dal Comune, il parcheggio del lido di Gavirate, a due passi dal lungolago cittadino e dalla pista ciclabile, è diventato a pagamento; i parcometri sono stati posati e il colore blu ha coperto il bianco delle strisce. Sui social corre la protesta dei frequentatori della zona, dei residenti e dei cittadini, anche se l’amministrazione comunale si dice disponibile a ragionare su eventuali modifiche, a partire dalle agevolazioni che si stanno studiando per gli anziani. Il parcheggio del lido, che ospita una sessantina di posti auto, sarà a pagamento sia nei giorni festivi che feriali, come anche il parcheggio da quindici stalli a fianco dell’hotel Sunset.

La tariffa sarà differenziata a seconda della stagione; 50 centesimi all’ora d’inverno e 1 euro d’estate. Si potrà posteggiare gratuitamente tra le 12.30 e le 14.30 e dalle 20 alle 9 del mattino. «Tra un po’ faranno blu anche la sabbia pur di spillare soldi» si lamenta un cittadino, che chiede piuttosto che «il Comune sistemi le strade». Preoccupati anche i residenti che temono di trovarsi le auto parcheggiate davanti ai cancelli di casa, soprattutto in occasione di eventi e manifestazioni sul lungolago; c’è chi invece pronostica guai per le attività commerciali della zona. Un gaviratese propone invece di differenziare le tariffe; «la prima ora di parcheggio gratis per favorire le mamme che portano i bambini al parco giochi, la seconda e la terza a 50 centesimi per agevolare ciclisti e podisti che frequentano la ciclabile e dalla terza ora una tariffa unica per tutti». Come ricorda l’amministrazione comunale, le strisce blu al parcheggio del lido fanno parte del piano globale dei parcheggi studiato dalla giunta. «Piano - spiega il vicesindaco Massimo Parola - che prevede l’eliminazione di circa 140 strisce blu in centro a Gavirate, compensate in parte da quelle del parcheggio di via al Lido; in ogni caso, in paese, le strisce blu sono complessivamente diminuite». L’obiettivo è quello di favorire una maggiore turnazione dei posti vicino al lungolago; in cima alla via al Lido ci sono comunque due parcheggi gratuiti regolati da disco orario. «Il parcheggio rischiava di diventare un deposito di auto - prosegue Parola - chiaro che ragioneremo su modifiche da apportare in occasione dei grandi eventi popolari e sportivi che si organizzano sul lungolago; il fatto che non si paghi in pausa pranzo e a cena è stato proprio pensato per bar e ristoranti». L’amministrazione comunale è disponibile ad apportare modifiche come successo in altre zone di Gavirate. «Stiamo ragionando su un provvedimento che prevede la sosta gratuita su tutte le strisce blu del paese per gli anziani» annuncia il vicesindaco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA