La forza della fantasia più forte dei vandalismi
Il cartello posizionato dal Comune dopo l’abbattimento del cedro

La forza della fantasia più forte dei vandalismi

Gli alunni della “Pedotti” ricostruiranno il cedro avvelenato

Un flash mob in piazza con protagonisti i bambini della scuola primaria del paese, che ricostruiranno simbolicamente l’albero di cedro avvelenato da anonimi lo scorso mese di dicembre. Luvinate si appresta a vivere oggi una particolare Festa degli Alberi che avrà il suo momento clou proprio con il flash mob organizzato dagli alunni della “Pedotti”, esattamente nel luogo in cui il grande cedro fu avvelenato e quindi giocoforza abbattuto.

Verde e ambiente

La scuola primaria luvinatese sempre più all’insegna del verde e dell’ambiente, tanto che simbolicamente, i piccoli alunni, ricostruiranno un albero da ridonare a tutta la comunità. Durante la giornata, verranno illustrate ed interpretate filastrocche, proposte interviste e telegiornali, raccontate poesie e fornite informazioni sulle piante e sulle loro proprietà.

Tutte attività che vedranno protagonisti i bambini della scuola del paese, i quali poi abbracceranno gli alberi, come consiglia di fare la silvoterapia, secondo la quale con questo gesto si può ottenere beneficio e addirittura si possono curare alcune patologie.

Dopo pranzo, i bambini e le insegnanti della “Pedotti”, con il supporto della polizia locale e della protezione civile, si recheranno in zona Castello a Luvinate; esattamente nel luogo in cui, lo scorso dicembre, era stato avvelenato, con un potente diserbante - come anche le analisi di laboratorio avevano confermato - un maestoso esemplare di cedro, poi abbattuto dall’amministrazione comunale che decise anche di esporre un cartello di denuncia.

Al Castello

Oltre al danno ambientale e affettivo che ha condannato l’albero che da decenni dimorava in questa zona di Luvinate, anche quello economico, visto il conto da 11 mila euro - comprensivo del costo della ripiantumazione di un altro albero - saldato dalle casse comunali e quindi da tutti i cittadini.

Oggi, saranno i bambini della scuola a riparare al danno provocato dagli incivili rimasti anonimi, contro i quali l’amministrazione comunale aveva presentato formale denuncia contro ignoti. In zona Castello si svolgerà una grande festa, con canti e poesie dedicati alle piante e con la ricostruzione di un albero a simboleggiare la maestosità del cedro abbattuto. Una manifestazione alla quale sono invitati a partecipare tutti i cittadini residenti in zona; ai presenti, i bambini, grazie al sostegno del Comune, consegneranno una piccola brochure contente tutti gli elaborati. Luvinate si appresta a vivere oggi, un bel momento di gioia e di educazione ambientale e civica per tutti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA