Mattina di paura per una 22enne. Minacciata e rapinata alla stazione

Mattina di paura per una 22enne. Minacciata e rapinata alla stazione

Due gli aggressori, estratto un coltello: di pochi euro il bottino

VEDANO OLONA - E’ stata una mattinata di paura quella di ieri per una giovane studentessa universitaria di 22 anni rapinata in stazione a Vedano Olona.

I fatti si sono svolti tra le 10.30 e le 11 della mattina. Non è ancora chiaro cosa sia accaduto effettivamente, ma stando alle prime informazioni la studentessa universitaria sarebbe stata avvicinata da due giovani stranieri, probabilmente africani di origine.

Si sono vissuti momenti di grande tensione, ma per fortuna nessuno si è fatto male. I due baby rapinatori hanno approfittato del fatto che la ragazza fosse da sola. L’hanno affiancata minacciandola con un coltello. In realtà, secondo la ricostruzione sommaria dell’accaduto, non glielo avrebbero puntato contro, ma si sarebbero limitati a mostrarglielo a scopo di intimidazione, dato che la vittima non si sbrigava a consegnare i contanti.

Dopo aver visto l’arma, la studentessa avrebbe consegnato loro uno zainetto o qualcosa del genere.

I due stranieri lo hanno passato al setaccio in cerca dei contanti e alla fine avrebbero arraffato le banconote che c’erano dentro. Si parla complessivamente di poche decine di euro.

A quel punto, dopo aver arraffato i soldi, si sono allontanati dalla stazione di Vedano Olona, senza infierire sulla giovane studentessa. Nessuno ha riportato conseguenze fisiche, ma lo spavento è stato grande.

Della vicenda si stanno occupando i carabinieri della stazione di Malnate. I militari stanno cercando di ricostruire con esattezza con si sono sviluppati i fatti.

Potrebbero risultare decisive alcune telecamere sistemate nella zona. La giovane studentessa è residente nella zona e probabilmente aveva raggiunto la stazione ferroviaria per andare all’università, ma la sua mattinata di studio è stata rovinata dai due balordi sui quali i carabinieri hanno avviato le ricerche del caso.

I militari hanno raccolto anche un minimo di identikit dei due rapinatori in modo da smascherarli al più presto. Era tuttavia da parecchio tempo che non accadeva un fatto così grave nei confini del paese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA