Sorrisi e applausi per i politici del futuro. Il Consiglio dei ragazzi miete successi

Sorrisi e applausi per i politici del futuro. Il Consiglio dei ragazzi miete successi

Ieri mattina in biblioteca i giovani hanno eletto il nuovo sindaco, il vice e il consigliere. Il progetto convince genitori e insegnanti

MORNAGO - I sorrisi prima delle votazioni. L’entusiasmo appena seduti attorno al loro primo tavolo comunale. Un’immagina bellissima che si stamperà indelebile nella memoria dei tanti genitori presenti ieri in biblioteca a Mornago che diventa, immediatamente, simbolo per il futuro del piccolo paese e, perché no, del Paese più grande.

Si è insediato ieri in tarda mattinata il nuovo Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze della scuola primaria e secondaria di Mornago. Sotto gli occhi fieri del sindaco Davide Tamborini i piccoli amministratori di domani si sono riuniti nella loro prima sala consiliare, hanno salutato i presenti - un bel drappello formato da genitori orgogliosi, maestre sorridenti e giornalisti affascinati - e hanno tenuto la loro prima riunione.

Dopo i primi convenevoli e simpatici siparietti, la nuova giovanissima giunta ha partorito le prime decisione ufficiali: l’elezione del nuovo sindaco, del vicesindaco e del consigliere. Tra nomi scritti e nascosti dietro alle mani per mantenere il voto segreto e risate, all’unanimità è stata eletta Camilla Colombo come nuova giovane prima cittadina, Luca Scrugli invece le farà da vice mentre Rafael Silvestri avrà il ruolo di consigliere. «Vogliamo fare del nostro meglio» è lo slogan del nuovo Consiglio dei ragazzi di Mornago che ha già capito il valore più importante di tutti in politica e nella vita: dare sempre il massimo.

Tra gli applausi e i sorrisi anche quelli del primo cittadino Tamborini che dopo aver avvolto la piccola Camilla con il tricolore e stretto le mani di tutti i ragazzi, ha fatto loro «un sincero augurio di buon lavoro».

Quello del Consiglio dei ragazzi a Mornago è un progetto costituito nel 2105 che ha visto la luce per la prima volta l’anno scorso. Un’iniziativa nata dal dirigente scolastico delle primarie cittadine Francesco Maieron, dai docenti Simonetta Pettenon e Daniela Martinoli con la collaborazione di Maura Antonello e Michela Babolin.


© RIPRODUZIONE RISERVATA