Tutti pazzi per il Centro Jrc di Ispra. Diecimila iscritti per l’open day
Anche in passato l’open day del centro europeo di ricerca di Ispra aveva attirato migliaia di visitatori. Quest’anno si supereranno le diecimila unità

Tutti pazzi per il Centro Jrc di Ispra. Diecimila iscritti per l’open day

L’evento - Sabato 80 attività guidate aperte al pubblico alla scoperta della scienza

ISPRA - Pienone per l’Open Day del Joint Research Centre di sabato. A Ispra approderanno diecimila persone. A un giorno dalla chiusura delle iscrizioni l’ufficio stampa annuncia questo risultato straordinario, che denota grande interesse per l’istituto di ricerca europeo più vicino a casa nostra.
L’edizione 2016 dell’evento promosso dalla Commissione Europea avrà come tema “Dare un senso alla scienza”. Tutti possono partecipare gratuitamente e cogliere l’occasione per visitare i laboratori, assistere alle dimostrazioni scientifiche, partecipare agli esperimenti e incontrare di persona scienziati e ricercatori di tutta Europa.

A spasso nel futuro

Il programma è ricchissimo e prevede oltre 80 attività guidate adatte a tutti. Fra questi: una caccia al tesoro per rendere più verde il sito di Ispra; una mostra sul ciclo dell’acqua e per ricordare Gemona del Friuli; un gioco sui cambiamenti climatici e sull’agricoltura; l’esperimento tsunami; le conferenze sui temi più attuali come la sicurezza delle piattaforme di estrazione di petrolio e gas, le città intelligenti, la cybersicurezza, tanto per citarne alcuni. La manifestazione permetterà di entrare nel fantastico mondo della scienza e capire il ruolo fondamentale del centro isprese nel processo legislativo dell’UE. Dal primo Open Day nel 1992 la manifestazione è diventata sempre più importante e popolare, accogliendo nell’ultima edizione 2013 oltre diecimila persone: un numero che quest’anno potrebbe essere bissato o facilmente superato.

In contemporanea a Bruxelles

Quest’anno l’Open Day si svolgerà in contemporanea anche a Bruxelles, che celebrerà la Giornata dell’Europa. Durante l’evento, Radioimmaginaria - la prima stazione radiofonica gestita da adolescenti e rivolta a loro - trasmetterà dal vivo interviste con scienziati e visitatori. Attualmente vi collaborano circa 230 teenager di 20 diverse città di tutto il mondo, trasmettendo in tre lingue (inglese, italiano, francese). Questa è una delle novità di questa edizione. Il Semestre Olandese propone inoltre l’esposizione fotografica “Noi europei – Youropeans”. Ulteriore novità la possibilità di partecipare al dibattito/videoconferenza di “Citizens’ Dialogue” che avverrà a Bruxelles in occasione della Giornata dell’Europa. Un’opportunità rara per parlare direttamente con un commissario europeo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA