Caos Trenord, colpa di un atto vandalico
Questa mattina vagoni nel caos sulle linee Trenord

Caos Trenord, colpa di un atto vandalico

Sul Saronno-Milano è stato azionato il freno d’emergenza, causando uno stop di 45’ alla circolazione. L’azienda: «Atto gravissimo e intollerabile, stiamo acquisendo le immagini delle telecamere interne»

Mattinata da incubo sui treni dei pendolari quest’oggi, martedì 17 novembre. Colpa di un atto vandalico: qualcuno sul treno Saronno-Milano ha azionato il freno d’emergenza, causando il blocco di un treno tra le stazioni milanesi di Bovisa e Domodossola. Uno stop di 45 minuti alla circolazione che ha addirittura costretto centinaia di pendolari a scendere dal convoglio e percorrere l’“ultimo miglio” a piedi sui binari. In seguito all’episodio, per tutta la mattinata si sono accumulati ritardi e soppressioni di treni. Così Trenord spiega l’accaduto: «Questa matti­na intorno alle 7.50, ignoti hanno a­zionato indebitamente il freno di emerge­nza del treno 818 (Saronno 7:23 – Milano­ Cadorna 7:58) tra le stazioni di Milano­ Cadorna e Bovisa, causandone il blocco.­ Si tratta di un atto gravissimo e intollerabile, che ha causato disagi a miglia­ia di pendolari diretti alla stazione di­ Milano Cadorna da Varese, Como, Novara,­ Saronno e Malpensa: 18 treni hanno infa­tti registrato ritardi fino a 30 minuti,­ 8 sono stati soppressi. Trenord sta procedendo all’acquisizione delle immagini registrate dalle telecamere interne del treno e sporgerà denunci­a per interru­zione di pubblico servizio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA