Due campioni varesini alla conquista del mondo
Mauro Crenna e Giulio Dressino pronti per i Mondiali di Canoa

Due campioni varesini alla conquista del mondo

Mauro Crenna e Giulo Dressino sono pronti per i Campionati del Mondo di Kayak in Repubblica Ceca

Si apre oggi il Campionato del Mondo di Kayak Velocità a Račice, in Repubblica Ceca. E i varesini Mauro Crenna e Giulio Dressino sono in prima linea per questa importantissima competizione. I campionati mondiali di canoa e kayak velocità sono una competizione sportiva internazionale a cadenza annuale (tranne negli anni in cui si svolgono le Olimpiadi).

Le gare in canoa sprint si suddividono nelle specialità canadese (C), una canoa aperta con una pagaia a singola pala, e kayak (K), una canoa chiusa con una pagaia a doppia pala. Ogni canoa o kayak può portare una persona (K1/C1), due persone (K2/C2), o quattro persone (K4/C4). Per ogni tipo d’imbarcazione, le distanze di gara possono essere di 200 metri, 500 metri, 1000 o di 5000 metri.

Quest’anno la località prescelta è Račice, nella Repubblica Ceca. Saranno ventuno gli atleti italiani partecipanti, che compongono la Nazionale e che hanno lavorato prima in raduno a Livigno e successivamente a Mantova sotto la guida del Direttore Tecnico Guglielmo Guerrini e del suo staff. Nel gruppo ci sono i varesini Mauro Crenna e Giulio Dressino, che provengono dal Circolo Sestese Canoa Kayak e oggi in forza alle Fiamme Gialle.

I due atleti hanno partecipato alle Olimpiadi di Rio, rispettivamente semifinalista e finalista. Secondo il vicepresidente Fick Lombardia Maurizio Lenuzza «i ragazzi stanno bene e sono pronti a dare il meglio di sè. Il nuovo Direttore Tecnico Guerrini sta lavorando in prospettiva olimpica, puntando al massimo di quanto possibile. È una fase di ricostruzione quella che sta attraversando la canoa italiana e sono stati convocati anche giovanissimi promettenti per fargli fare esperienza».

Gli atleti sono già arrivati a Račice, dove sono in programma i campionati mondiali assoluti. Una prima volta per il bacino ceco a livello iridato con Racice che ha invece già ospitato due edizioni dei campionati europei: nel 2006 sul podio l’Italia salì due volte con Fabiana Sgroi e Alessandra Galiotto, bronzo nel K2 500 e con Josefa Idem nel K1 1000 (bronzo). E nel 2015 con Irene Burgo (argento nel K1 5000 e bronzo nel K1 1000) e Daniele Santini e Luca Incollingo nel C2 200.

L’atmosfera che si respira è competitiva e finalizzata alle qualificazioni olimpiche del 2019 e di Tokyo 2020. Dressino scenderà in acqua con Nicola Ripamonti nel K2 1000 e nel K1 5000. Mauro Crenna nel K4 500. Le gare partiranno oggi con la paracanoa con le finali sui 200 metri e proseguiranno da giovedì e fino a domenica con la canoa. n


© RIPRODUZIONE RISERVATA