Un Comune su 3600 ce la fa Roma premia Casalzuigno
Uno scorcio di Villa Bozzolo a Casalzuigno. Con i fondi ministeriali il comune si farà più bello (Foto by archivio)

Un Comune su 3600 ce la fa
Roma premia Casalzuigno

È l’unico centro della provincia nel programma “6000 campanili”. Grazie a nuovi fondi si aggiudica 575 mila euro per opere pubbliche

CASALZUIGNO - Piovono altri 100 milioni di euro sul programma “6000 Campanili”. E Casalzuigno può sorridere. Già, perché il Comune è l’unico della provincia di Varese a rientrare nello stanziamento di fondi, previsto dalla legge di stabilità del 2014, destinati al recupero dei piccoli centri italiani.

Fognature e depuratore

Evidentemente soddisfatto il sindaco del piccolo comune della Valcuvia, Augusto Caverzasio: «Una cifra molto importante che darà una grande mano alle nostre opere pubbliche».
Lo stanziamento, destinato al progetto presentato nel 2013 e deliberato dal consiglio comunale il 23 ottobre dello stesso anno, sarà risorsa indispensabile al compimento di importanti lavori alla rete fognaria della scuola materna e un intervento atto alla seconda asta del depuratore.
«E’ il nostro modo di amministrare, concreti e pragmatici; useremo questa cifra per una reale esigenza –osserva Caverzasio - Gli altri fanno le ciclabili, noi preferiamo dedicarci a priorità del quotidiano, fondamentali per i cittadini». In totale il contributo che arriverà nelle casse di Casalzuigno sarà di 575 mila euro.

Un progetto targato 2013

Con questo terzo stanziamento sale a 250 milioni di euro il totale erogato per gli interventi e a 293 il numero delle opere finanziate. Sono 23 le amministrazioni lombarde che beneficeranno del terzo stanziamento ex decreto quando già, con la legge di stabilità del 2014, 150 milioni di euro erano stati resi disponibili per il recupero di altri piccoli comuni italiani.
Casalzuigno riceverà una parte della somma ministeriale a supporto di un progetto presentato nel 2013 insieme ad altri 3.600 in tutta Italia.

Il plauso di Cattaneo

Soddisfazione viene espressa anche dal presidente del consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo, che parla di « uno stanziamento importante e non scontato in questo momento di ristrettezza di risorse, un’iniziativa che ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale e artistico del nostro territorio».
«Il campanile - riflette Cattaneo - è notoriamente il punto di riferimento, insieme al municipio, dell’identità dei nostri paesi. Reputo molto positiva questa iniziativa che avviene grazie alla firma del decreto da parte del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, con cui sarà possibile destinare importanti finanziamenti a molti comuni della Lombardia, tra cui quello di Casalzuigno».
Nel programma “6000 Campanili”rientrano opere infrastrutturali nei comuni sotto i cinquemila abitanti. Un importante aiuto economico alle piccole amministrazioni con l’obiettivo più generale di un rilancio strutturale degli insediamenti urbani a volte di grande importanza storica e culturale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA