Pioggia battente strade come fiumi e titoli di giornale

Pioggia battente strade come fiumi e titoli di giornale

Ormai è una costante, ad ogni primavera, ad ogni estate, ad ogni autunno. Anzi, le costanti sono due: i problemi e i titoli dei giornali. Ogni volta che sulle nostre zone si materializzano nubifragi o piogge a ripetizione, i giornali ci martellano con titoli che richiamano “bombe d’acqua” ed apocalissi dello stesso tenore, quando in realtà basterebbe risolvere alcune criticità perennemente irrisolte. Per esempio: quando ci si deciderà a pulire i tombini come si deve? L’altro ieri ho impiegato trenta minuti per coprire il tragitto Bodio Lomnago-Calcinate del Pesce: la strada provinciale 1 era un autentico lago vicino al lago.
Gianmaria Isella

Gentile Gianmaria, purtroppo ha ragione. Sia nel lamentarsi di titoli fuori luogo (noi, nel caso specifico dell’altro ieri, abbiamo evitato i luoghi comuni) sia della condizione delle nostre strade provinciali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA