Arriva Monsignor Delpini. In pellegrinaggio a Varese
Monsignor Delpini in alcune chiese del decanato di Varese tra oggi e domani

Arriva Monsignor Delpini. In pellegrinaggio a Varese

Tra oggi e domani continua il pellegrinaggio dell’arcivescovo

VARESE - Arriverà oggi pomeriggio nel decanato di Varese Monsignor Mario Delpini, l’arcivescovo neoeletto che si insedierà formalmente il 9 di settembre con la cerimonia ufficiale in Duomo a Milano. Due le giornate che ospiteranno il suo pellegrinaggio varesino dedicato alla conoscenza dei sacerdoti e dei fedeli e alla “preghiera semplice” rivolta alla Madonna davanti ad ogni altare e immagine di Maria che abbia creato nei secoli una grande devozione popolare: per le giornate di oggi e domani don Mario – com’è affettuosamente chiamato dai suoi fedeli milanesi – ha voluto sottolineare la non ufficialità della visita, e nemmeno di aver voluto formulare altrettanto eventuali inviti.

Nessuna ufficialità

«Non è una visita alle parrocchie – spiega don Mauro Barlassina, decano di Varese - bensì un pellegrinaggio di affidamento del nuovo arcivescovo e del suo ministero alla Madonna. Con questa preghiera itinerante, che sarà privata, così come gli spostamenti da una chiesa all’altra, monsignor Delpini toccherà alcune chiese del decanato scelte col il criterio di toccare tutte le comunità pastorali del decanato e di andare dove il riferimento a Maria è più spiccato».

Ci sarà, nella mattinata di sabato, un momento particolare di condivisione della preghiera da parte di tutte le comunità, chiamate al tradizionale pellegrinaggio del mattino attraverso la Via Sacra: «Il ritrovo è alle sette del mattino alla Prima Cappella: da lì si risalirà sino al Santuario di Santa Maria del Monte dicendo il rosario, guidato da don Mario, che alle otto celebrerà la Messa in Santuario».

Una prima stretta di mano

Monsignor Delpini, che è originario di Jerago ed è particolarmente legato al Sacro Monte, mostra così di volersi presentare ai fedeli della diocesi partendo proprio dalle origini e dalla loro fede popolare: la Messa delle 8 al Santuario, l’unica che don Mario celebrerà in queste due giornate, non è altro che quella di ogni sabato mattina così come il pellegrinaggio delle sette che si perpetua dall’epoca di Monsignor Pasquale Macchi che lo istituì.

«Sarà un momento semplicissimo: in ogni chiesa si reciterà una decina del Rosario e poi don Mario leggerà una preghiera che lui stesso ha composto quando è stato eletto: preghiera che riprende le invocazioni del Padre Nostro con alcune richieste applicate alla Chiesa Ambrosiana e al servizio del vescovo nella Chiesa locale».

Ecco le tappe del pellegrinaggio nel decanato di Varese: oggi alle 17.00 alla Chiesa di S. Stefano in Bizzozero; alle 17.45 alla Basilica di S. Vittore (altare dell’Addolorata); alle 18.30 alla Chiesa Madonnina in Prato in Biumo Inferiore; alle 20.15 nella Chiesa di S. Agostino e S. Monica a Casciago; alle 21.00 presso la Chiesa di S. Carlo in Lissago. Domani invece alle 7.00 sarà alla Prima Cappella (salita verso il Sacro Monte) pregando il Rosario; alle 8.00 ci sarà la Santa Messa concelebrata; alle 10.30 nella Chiesa di S. Ambrogio; alle 11.30 alla Chiesa di S. Martino (Malnate - S. Salvatore - Gurone) mentre alle 14.30 Cantello (unità pastorale Cantello - Ligurno).


© RIPRODUZIONE RISERVATA