Mercoledì 28 Maggio 2014

Il calcio mondiale in salotto

Maxi schermo sulla torre

Torna il maxi schermo in piazza Monte Grappa. Ma stavolta niente torcicollo, sarà dritto e sulla torre civica

Dal Brasile a piazza Monte Grappa. Quest’anno i mondiali di calcio si guarderanno nel salotto buono della città. Un maxi schermo sarà affisso sulla torre civica.

I varesini potranno dunque radunarsi nel centro storico per vedere le partite degli azzurri (la prima è sabato 14 giugno, a mezzanotte, per Italia-Inghilterra). Una boccata di ossigeno anche per i bar della piazza che, per forza di cose, si troveranno ad essere affollati.

In piazza, infatti, non saranno portate le sedie e i tifosi, se non vorranno stare in piedi o intorno alla fontana, si accomoderanno ai tavolini dei bar.

Un’altra postazione strategica sarà il palaghiaccio di via Albani. Lì è in corso di definizione l’installazione di un tendone con all’interno alcuni videowall da 80 pollici, sintonizzati sulle partite di calcio e sulle gare di canottaggio della Schiranna.

La piscina rimarrà aperta anche alla sera, in modo che il tifoso – se sportivo – potrà coniugare la visione della partita con una bella nuotata (notizie più chiare verranno date a breve, non appena sarà tutto pronto).

Quello che è certo che quest’anno le location sono strategiche e segnano una svolta rispetto al passato. Nel 2012, per vedere gli europei di calcio, lo schermo fu installato in piazza Repubblica: cosa che non aveva dato buoni risultati in termini di affluenza.

E chi non ricorda i mondiali del 2010? Quell’anno le partite erano state trasmesse in via sperimentale dal maxi-schermo dell’ippodromo, lo stesso dal quale si guardano le corse dei cavalli. Erano stati sintonizzati sugli Azzurri anche gli altri monitor più piccoli, ma il risultato non era stato felice perché lo schermo dell’ippodromo si era rivelato piccolo in rapporto con le dimensioni dell’area.

Il pubblico si poteva accomodare sulle tribune gratuitamente, ma vedeva ben poco. Risultato: di sera si poteva intuire qualcosa delle gesta degli azzurri, ma di giorno non si vedeva nulla per via della luminosità. Anche l’audio si disperdeva.

© riproduzione riservata