Venerdì 04 Luglio 2014

L’inceneritore

diventa ecosostenibile

Busto Arsizio - «Svolta ecosostenibile per Accam». Il presidente della commissione ambiente del Pirellone, il varesino Luca Marsico di Forza Italia, si schiera e rompe gli indugi

Giovedì prossimo l’assessore regionale all’ambiente Claudia Terzi convocata in commissione per riferire sul percorso di “decommissioning” dell’impianto di Borsano. Esultano i comitati “No revamping”, in presidio di fronte a Regione Lombardia per chiedere «chiarezza sull’attività del tavolo di lavoro per il futuro di Accam».

Ieri il presidio di protesta

Comitati e associazioni ambientaliste dell’Altomilanese, tra cui comitato ecologico di Borsano, Rifiuti Zero ed Ecoistituto Ticino, ieri mattina sono scesi in piazza, davanti al Pirellone dove era in corso la commissione ambiente (dedicata ad altri temi), per denunciare il fatto che l’assessore Terzi non voleva riceverli. Vogliono capire dove sta andando a parare il gruppo di lavoro istituito in Regione per valutare le alternative al costoso revamping, incompatibile con le linee regionali per il “decommissioning” (graduale dismissione) degli impianti più obsoleti. «Accam - spiegano Oreste Magni & C. - deve compiere un salto di qualità passando da tecnologie datate come l’incenerimento a impostazioni più evolute basate sul recupero dei materiali». Il sogno è la “fabbrica dei materiali” per il trattamento a freddo dei rifiuti, al posto dell’inceneritore.

Recupero dei rifiuti

Lo approva il presidente della commissione ambiente, il forzista Luca Marsico: «L’auspicio è che si possa arrivare ad un piano che consenta di trasformare l’impianto in modo da garantirne un nuovo utilizzo per il trattamento dei rifiuti, la loro valorizzazione e puntare al recupero dei materiali. Non mancherà, in questo percorso che dovrà portare l’impianto ad essere protagonista di una svolta ecosostenibile e a vantaggio della salute dei cittadini della città di Busto Arsizio e dei comuni limitrofi, la mia attenzione e impegno, di concerto, con i cittadini, per addivenire ad un positivo risultato anche in termini di ricadute occupazionali».

Un bell’assist al fronte “no revamping”, anche perché Marsico, per fare chiarezza sul tavolo di lavoro Accam, ha convocato per giovedì prossimo l’assessore Terzi in commissione. «La commissione è pronta ad essere parte attiva» sottolinea Marsico. Ci saranno anche «come uditori» i comitati “no revamping”, al cui fianco è schierata da tempo anche Paola Macchi (M5S): «Gli inceneritori non sono la risposta».

© riproduzione riservata