Pace fatta Regione-Svizzera. Con Malpensa anche i soldi

Pace fatta Regione-Svizzera. Con Malpensa anche i soldi

All’attivazione della linea da Lugano (2018) si sbloccheranno i fondi

Arcisate-Stabio, c’è la quadra tra Regione Lombardia e Canton Ticino al tavolo della Regio Insubrica. «Lugano-Malpensa attiva a fine 2018. Quando entrerà in funzione, il Ticino confermerà i finanziamenti». Si è conclusa con «un chiarimento positivo» la missione oltre confine del governatore Roberto Maroni che ieri pomeriggio, accompagnato dagli assessori Francesca Brianza e Alessandro Sorte, ha incontrato il presidente del Consiglio di Stato ticinese Manuele Bertoli.

Fine delle incomprensioni sulla tratta ferroviaria Lugano-Malpensa, dopo che settimana scorsa, a sorpresa, Bellinzona aveva annunciato la sospensione del cofinanziamento da due milioni di euro per l’attivazione della tratta, puntando il dito contro la decisione «unilaterale» di parte italiana di dirottare il servizio diretto verso Malpensa dalla linea S50 Lugano-Mendrisio-Varese alla S40 Como-Chiasso-Mendrisio-Varese. «Abbiamo raggiunto un accordo su una soluzione provvisoria che ci permette di partire secondo i tempi previsti. Nel mentre, lavoreremo insieme, affinché si possa arrivare entro la fine dell’anno prossimo, a una soluzione definitiva che contempli tutte le esigenze di Lombardia e Cantone Ticino - sottolinea il presidente Maroni - le incomprensioni possono capitare, l’importante è trovarsi e chiarirsi. Abbiamo un comune interesse a sviluppare i collegamenti nel modo migliore possibile».

Il nodo della questione è legato alle interferenze di orario con le tratte ferroviarie provenienti dal Piemonte che fanno snodo a Gallarate: «Ci sono tanti pendolari, lavoratori e studenti, che non possono essere sacrificati cancellando dei treni - chiarisce Maroni - per risolvere le interferenze ci vogliono più di sei mesi di tempo e il coinvolgimento di Rfi e Regione Piemonte, per questo l’obiettivo temporale è entro la fine del 2018. L’impegno preso è confermato». Insomma, il collegamento diretto Bellinzona-Lugano-Malpensa a cadenza oraria ci sarà, ma solo da dicembre 2018: quando sarà attivo, il Canton Ticino inizierà a versare i soldi pattuiti nell’accordo del 2011. Fino ad allora chi arriva da Lugano dovrà cambiare treno a Mendrisio per salire sul Como-Malpensa che verrà attivato a giugno. Confermata anche l’attivazione della Varese-Mendrisio da dicembre 2017.

«Ci siamo dati un periodo di rodaggio – sintetizza l’assessore ai rapporti con la Confederazione, Francesca Brianza - la cosa importante è pensare che la Arcisate-Stabio dal dicembre 2017 sarà in funzione per lo scopo fondamentale per cui è nata, il servizio rivolto a pendolari e frontalieri. In seguito avrà ulteriori ricadute per i territori con la linea per Malpensa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA