Mercoledì 11 Giugno 2014

Scarichi e puzza nel lago

«È il depuratore»

Il colore sospetto dell’acqua nei pressi dello sversamento a Laveno

Scarichi torbidi e acqua maleodorante color cemento si riversano nel golfo di Laveno. Tra il Gaggetto e punta San Michele non è difficile notare l’acqua del lago che in certe ore assume un colore odore insoliti.

Molte le segnalazioni di alcuni residenti o frequentatori del lungolago che, preoccupati dal fenomeno, hanno denunciato quello a cui si può assistere affacciandosi sul lago dalla passeggiata. Piero Pasquino è un pescatore e frequentatore assiduo del lungolago: «Sono mesi ormai che noto questi intorbidimenti - dice - credevo fosse un fenomeno passeggero ma continua con una certa costanza da questo inverno; per questo ho deciso di avvisare le autorità competenti e le associazioni ambientaliste».

Tre punti critici

Pasquino descrive la mappatura degli scarichi che probabilmente coincidono con le uscite dell’impianto di depurazione attivo nel comprensorio lavenese: «Sono tre i punti dove è facilmente notabile e percepibile il fenomeno, due vicini all’approdo dei traghetti e uno alla fine del lungolago. Non è normale che l’acqua, anche se di scarico, abbia quel colore e, soprattutto, sia maleodorante, come oltretutto percepito anche da altre persone giunte in prossimità del grande cantiere verso la fine della città». «Mi sono fatto vivo con ogni ente amministrativa - termina - ma mi hanno detto che la composizione chimica del golfo è a livello di norma. Io ripeto che qualche cosa di anomalo invece c’è».

Così da mesi

Legambiente è stata tra le prime associazioni a essere interpellate da chi ha notato gli scarichi “alterati” e ha lanciato l’allarme, «Noi crediamo che, con il beneficio del dubbio, ci sia qualche cosa che non va nell’impianto di depurazione – afferma Alberto Tarroni, presidente dei circoli Legambiente Alto Verbano - Abbiamo raccolto le segnalazioni di molti che ormai da tempo assistono a questi sversamenti nel golfo a costanza preoccupante, quattro o cinque volte a settimana. Anche noi abbiamo denunciato il fenomeno già alla Polizia Provinciale. Il nostro compito è far risaltare il problema che, se effettivamente grave, andrebbe risolto subito capendo prima di cosa si tratti. Il nostro è un appello all’amministrazione affinché se ne occupi. Compiremo anche noi delle analisi per rilevare la qualità dell’acqua in quella parte di costa- termina- Il lago è un patrimonio importantissimo: riserva idrica e luogo di biodiversità naturale, tra i principali artefici della vocazione turistica del nostro territorio».

© riproduzione riservata