Un convegno di ricerche su Castelseprio

Un convegno di ricerche su Castelseprio

È andato in scena ieri all’università Cattolica del Sacro Cuore di Milano l’incontro dedicato alla storia del borgo a 730 anni dalla distruzione. Sul giornale di domani ampio approfondimento

Si è svolta ieri, 27 novembre, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (Aula S. Pio XI) il Convegno di studi “1287 e dintorni- Ricerche su Castelseprio a 730 anni dalla distruzione” patrocinato dall’Assessorato alla Cultura della Regione Lombardia nell’Anno della Cultura e organizzato dalla scuola di Specializzazione in Beni Archeologici diretta dal prof. Marco Sannazaro: presenti fra gli altri Cristina Riva, consigliera delegata alla Cultura della Provincia di Varese e l’assessore alla Cultura di Castelseprio Massimo De Marchi.
Nel corso del convegno il prof. Alfredo Lucioni (Univ. Cattolica), considerato fra i massimi studiosi contemporanei del medioevo varesino, ha tracciato un quadro inedito del contado del Seprio partendo dalla costituzione del comitato (metà IX sec) e ricostruendone le fasi nella formazione delle famiglie che ne hanno continuato la discendenza trasferendosi nel piacentino e dando avvio probabilmente alla dinastia dei Bardi (XIII sec).
Sono stati inoltre presentati per la prin a volta al pubblico i risultati dei lavori della campagna di scavo eseguita nel 2016 dagli archeologi dell’Università Cattolica di Milano sulla cosiddetta ’casa medievale trapezoidale’ afferente a tecniche murarie datate intorno al VI secolo (prima epoca longobarda).

© RIPRODUZIONE RISERVATA