Wikipedia, tutti fotografi Obiettivo mille immagini
La foto della cupola di San Giovanni di Marco Franciosi

Wikipedia, tutti fotografi
Obiettivo mille immagini

Concorso dell’enciclopedia virtuale: nel mirino i monumenti di Busto Arsizio. Entro il 30 settembre chiunque può contribuire a lanciare la città

BUSTO ARSIZIO - «Liberiamo i monumenti. Per esportare la bellezza di Busto nel mondo». È l’appello del sindaco Gigi Farioli alla presentazione di “Wiki Loves Busto Arsizio”, il grande concorso fotografico lanciato dall’enciclopedia virtuale Wikipedia.
Per ora in città ci sono 65 monumenti da ritrarre, entro il 30 settembre: una giuria di esperti sceglierà qual è il miglior scatto. Per effetto della controversa legge sul “diritto di panorama”, un monumento può essere fotografato a scopi di pubblicazione solo in presenza di preventiva autorizzazione del proprietario.

65 siti già “liberati”

Rispetto ai 47 monumenti “liberati” nell’edizione 2014, quest’anno, al momento, sono 65 i monumenti “fotografabili” per “Wiki Loves Busto Arsizio”.
Tra le new entry, l’edicola di San Carlo in via Matteotti, la chiesa parrocchiale dei Santi Apostoli al quartiere Don Paolo e lo stadio Carlo Speroni. Ma il sindaco Farioli ha già aggiunto “d’ufficio” le colonie di Alassio e Aprica, anche se non sono in territorio di Busto Arsizio, e fa pubblicamente appello ai privati e agli enti ad «autorizzare il più presto possibile il maggior numero di monumenti degni di nota, per ampliare ulteriormente il raggio d’azione del concorso, ma soprattutto per mettere ancor più a fuoco la bellezza della nostra città».
Sembra paradossale, ma per gli organizzatori è necessario compilare un modulo per poter far sì che il monumento possa essere aggiunto all’elenco ufficiale sul sito Wikimedia. Anche perché, come fa notare Chiara Massazza, past Regiù della Famiglia Bustocca, «grazie a questa iniziativa Busto Arsizio è un po’ più famosa».

Si comincia sabato pomeriggio

Lo scorso anno, con 797 scatti registrati, Busto è stata la città con la più alta partecipazione in assoluto, ed è riuscita a piazzare uno dei suoi migliori scatti, la cupola della basilica di San Giovanni ritratta da Marco Franciosi, nella “top ten” nazionale.
Quest’anno «sono già 126 le fotografie caricate su Wikimedia Commons», come sottolinea Dario Crespi, coordinatore di Bustopedia: l’obiettivo dichiarato è raggiungere quota mille.
Sabato alle 14.30 una “wiki-gita” dei monumenti, con partenza in via Foscolo, darà modo a molti potenziali partecipanti di scattare le prime fotografie.
A decidere i dieci vincitori, una giuria composta, oltre a Farioli, Massazza e Crespi, dai presidenti delle associazioni di settore, Claudio Argentiero (Archivio Fotografico Italiano), Dario Borsani (Circolo Fotografico Bustese) e Sergio Scaltritti (35 mm), dal direttore dell’Icma Andrea Castellanza e da Luca Spada, presidente di Ngi Eolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA